Giacarta può essere sconfitta?

Giacarta può essere sconfitta?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Federico Greco e Mirko Melchiorre


Giacarta può essere sconfitta?

È arrivato il momento di fare una riflessione che non sappiamo se considerare tragica oppure ottimista.

Quando ormai più di tre mesi fa iniziammo il tour del nostro film, la percezione era che l'ospedale pubblico di #cariati fosse il più sfigato d'Italia: chiuso dal 2010, all'interno di un territorio devastato da Giacarta, povero, desertificato, senza speranza, in cui anche il primo cittadino ha interessi nella sanità privata. Sineddoche del nostro intero paese.



Nel frattempo abbiamo girato l'Italia e ci siamo resi conto che Giacarta è arrivata ovunque. Ovunque infatti ci vengono descritti scenari apocalittici, ovunque stanno chiudendo ospedali, pronto soccorso, consultori. Ovunque le liste d'attesa hanno tempi biblici. Ovunque le strutture vengono svuotate di personale.

Perciò la fotografia di oggi è completamente ribaltata: Cariati è l'unico posto in cui l'ospedale sta riaprendo!

Nella foto, la TAC appena arrivata al Vittorio Cosentino, strumento che non c'era neppure prima che fosse chiuso.



Giorni fa è arrivata anche la piantina del Pronto soccorso e finalmente migliaia di vite saranno di nuovo salvate. Sono stati assunti anche OS, medici e infermieri. A Cariati la prima battaglia contro il Moloch di #Giacarta è stata vinta. Mentre gli attivisti delle Lampare Bassojoniocosentino continuano a lottare per la riapertura definitiva.

Perché noi e loro VOGLIAMO TUTTO, non ci accontentiamo delle briciole. Perché a Cariati, come altrove, insieme a una sanità florida arriva anche benessere economico, sociale e culturale. Cariati deve tornare a splendere come negli anni d'oro, come quando ha dato i natali, nel reparto di ostetricia (adesso chiuso), a 33.000 calabresi e non. Molti di essi sono emigrati e non sono mai tornati perché sapevano che, a Cariati, per un nonnulla sarebbero potuti morire, senza sanità pubblica. I turisti per decenni ci hanno pensato due volte prima di decidere di immergersi nelle meravigliose acque del paese.

È stato grazie alla lotta delle Lampare sì, ma anche di parte della popolazione, di alcuni giornalisti locali (e quasi zero nazionali). E anche grazie, va detto, al rumore che ha fatto il nostro film insieme a tutti quelli che vi hanno partecipato, non solo Roger Waters, Ken Loach e Gino Strada.

Perciò adesso non ci sono più scuse, dobbiamo assumerci la responsabilità di accettare che la lotta paga: è diventato insomma lampante che

SI
PUÒ
FARE!

AiutateVI, salvateVI la vita diffondendo il film, usatelo come strumento di lotta politica a integrazione delle vostre lotte sacrosante e decennali, facendolo proiettare ovunque come già stanno facendo da mesi migliaia di formidabili attivisti e i loro comitati, invitando istituzioni, cittadini, medici e infermieri, per dimostrare a tutti che se ce l'ha fatta un manipolo di quindici calabresi disperati ce la può fare CHIUNQUE.
Non aspettate di essere disperati anche voi.

Giacarta sta arrivando, e noi la dobbiamo aspettare in milioni, fermi sulle gambe, testardi, incazzati e fieri.

Le proiezioni di marzo 



 21 marzo ore 21.00
BRESCIA Nuovo Eden
con Vittorio Agnoletto

 21 marzo ore 20.45
REGGIO EMILIA Cinema Al Corso

 21 marzo ore 21.00
LOIANO (BO) Cinema Vittoria

 22 marzo ore 20.30
L'AQUILA Cinema Zeta
con Mirko Melchiorre

 22 marzo ore 21.15
TOLENTINO (MC) Politeama

 23 marzo ore 17.00
 TORINO Campus Einaudi
con Federico Greco

 23 marzo ore 21.15
FANO (PU) Cinema Masetti

 24 marzo ore 21.15
SENIGALLIA (AN) Multisala Gabbiano

con i registi

 25 marzo ore 18.00
AMELIA (TR)
con i registi

 26 marzo ore 18.00
LEGNAGO (VR) Multisala Cinergia
con i registi

 27 marzo ore 20.30
FERRARA Apollo Cinepark
con i registi

 28 marzo ore 18.00
COLLEFERRO (RM) Cinema Ariston
con i registi

 28 marzo ore 21.00
SARZANA (SP) Cinema Italia

 28 marzo ore 20.15
PADOVA Cinema MultiAstra

 28 marzo ore 20.30
CENTO (FE) Cinepark

 29 marzo CATANZARO ore 8.00 e 21.00
Nuovo Supercinema
con il cast e i registi

 29 marzo ore 21.00
BERGAMO Cinema Auditorium
con Vittorio Agnoletto

 29 marzo ore 20.30
COMACCHIO (FE) Cinepark

 30 marzo ore 20.30
GALATINA (LE) Cinema Tartaro
con Federico Greco

 30 marzo ore 20.30
PADOVA Cinema LUX
con Mirko Melchiorre

 31 marzo ore 20.30
SCHIO (VI) Cinema Pasubio

 31 marzo ore 18.30
CHIERI (TO) Cinema Splendor
 

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti