Germania, le aziende non possono chiedere ai dipendenti lo stato di vaccinazione contro il Covid

Germania, le aziende non possono chiedere ai dipendenti lo stato di vaccinazione contro il Covid

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Mentre in Italia non c’è nemmeno dibattito sulle vaccinazioni, il sindacato apre alla vaccinazione obbligatoria e si limita ad esprimere appena qualche perplessità sul cosiddetto ‘Green Pass’ sui luoghi di lavoro, in tutt’altra direzione muove la Germania, dove i datori di lavoro non potranno avere informazioni circa lo status vaccinale del lavoratore. 

“Dobbiamo agire secondo lo stato di diritto. Agire in base allo stato di diritto significa che un datore di lavoro non ha diritto alle informazioni sui dati sanitari... [e] non è nemmeno autorizzato a guardare le cartelle cliniche di un dipendente, perché si tratta di dati molto personali”, ha affermato il ministro del Lavoro tedesco Hubertus Heil ai microfoni dell’emittente ARD. 

Quindi i datori di lavoro non potranno accedere alle informazioni che rivelano lo stato di vaccinazione Covid dei lavoratori, anche se ha aggiunto che potrebbero essere necessarie "soluzioni pragmatiche" per alcuni settori considerati ad alto rischio di trasmissione del virus. 

Per questo motivo Heil si è detto "favorevole a trovare soluzioni pragmatiche" per i luoghi di lavoro a maggior rischio di trasmissione del Covid, ovvero carceri, ospedali e case di cura. Ciò potrebbe significare richiedere ai dipendenti di dimostrare di essersi ripresi dal coronavirus, di essere stati vaccinati o di essere risultati negativi a tampone. 

La Confindustria tedesca ha esercitato pressioni sul governo per concedere loro il potere di chiedere ai lavoratori se sono vaccinati o meno. Thilo Brodtmann, il capo della Federazione tedesca degli ingegneri, ha dichiarato martedì che "i dipendenti devono fare tutto il possibile per ridurre a zero il rischio di infezione" e "questo include almeno l'obbligo di fornire queste informazioni".

Intanto nella vicina Francia non si placano le proteste, che vanno avanti da settimane, contro un decreto del governo che richiederà ai lavoratori di alcuni settori – come vigili del fuoco, operatori sanitari, assistenti sanitari e alcuni soldati – di farsi vaccinare entro il 15 settembre, altrimenti scatteranno sanzioni. 

In Italia invece è stato introdotto il cosiddetto ‘Green Pass’ che si ottiene tramite vaccinazione o un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. Dal 1 settembre è stato esteso anche a treni, aerei, pullman e traghetti. Il governo sta anche valutando di ampliarlo per includere il personale degli uffici e dei supermercati.

La misura continua a suscitare perplessità e polemiche perché lungi dall’essere una misura sanitaria o di prevenzione, mostra sempre più la sua natura squisitamente politica. Per questo la scelta controcorrente della Germania risulta significativa. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La partita a scacchi più pericolosa di sempre di Giuseppe Masala La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti