Ex Segreario alla Difesa USA definisce i caccia F-35 un "ammasso di merda"

Ex Segreario alla Difesa USA definisce i caccia F-35 un "ammasso di merda"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il programma di sviluppo del caccia stealth F-35 è stato costellato sin dal suo inizio da problemi, rinvii, aumenti esorbitanti dei costi. Tanti sono gli aspetti negativi evidenziati, così come i perduranti problemi per il caccia che rappresenta il fiore all’occhiello dell’aviazione militare statunitense. Tanti sono i critici del caccia. 

Tra questi annoveriamo Christopher Miller, ex Segretario ad interim della Difesa degli Stati Uniti (che ha prestato servizio dal 9 novembre 2020 al 20 gennaio 2021). Il politico statunitense, senza mezzi termini, ha definito il caccia stealth F-35 un “ammasso di merda”. La dichiarazione è stata citata - come riporta RT - dalla rivista Aviation Week & Space Technology in una nota sui piani della US Air Force per modernizzare la flotta di jet tattici e riorganizzare le sue acquisizioni nella richiesta di bilancio fiscale 2023.

Secondo la rivista, che cita Will Roper, l'ex vice segretario per gli appalti dell'aeronautica statunitense, il Pentagono non è soddisfatto del ritmo di riduzione dei costi presso il principale sviluppatore e produttore di aerei da combattimento di quinta generazione, la società statunitense Lockheed Martin.

"Lockheed si è impegnata a ridurre il costo medio orario per far funzionare l'F-35A a $ 25.000 entro il 2025, una riduzione di circa il 25% rispetto ai livelli del 2018", spiega la rivista.

Ma mentre le sue dimissioni si avvicinavano alla vigilia dell'insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden, "Roper non era soddisfatto del ritmo del ridimensionamento, poiché l'Air Force cerca di aggiungere nuovi F-35 alla flotta a un tasso annuo da 48 a 60 aerei all'anno", segnala Aviation Week & Space Technology.

Lo stesso Roper aveva già criticato i costi esorbitanti di ogni ora di volo e di manutenzione degli F-35, sottolineando che l'Air Force non può permettersi il numero di questi velivoli necessario per ottenere oggi la superiorità aerea.

Secondo l'ex funzionario, un'alternativa potrebbe essere il programma di caccia di nuova generazione, noto come Next Generation Air Dominance (NGAD, per il suo acronimo in inglese), che "rappresenta un'opportunità per progettare un velivolo più sostenibile dell'F-35, se non può essere ridotto il costo per ora di volo dei caccia F-35".

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Le "non persone" di Gaza di Paolo Desogus Le "non persone" di Gaza

Le "non persone" di Gaza

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez di Geraldina Colotti Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura di Michelangelo Severgnini 20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’  di Andrea Puccio LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’ 

LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’ 

La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute di Giuseppe Masala La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute

La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa" di Paolo Arigotti La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"? di Michele Blanco Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"?

Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"?

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti