Egitto e Algeria spingono per il rientro della Siria nella Lega Araba

Egitto e Algeria spingono per il rientro della Siria nella Lega Araba

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Una fonte di alto rango del Segretariato generale della Lega araba ha rivelato che la Siria tornerà al suo seggio nella Lega in occasione del vertice che si terrà in Algeria il prossimo marzo.

La fonte ha anche aggiunto al media del Qatar, Al-Araby Al-Jadeed, che le discussioni tra l'Algeria e altri paesi arabi hanno portato a un accordo iniziale per invitare la Siria a partecipare al vertice. Questo, nonostante un'obiezione del Qatar, verrebbe fatto in cambio di determinate condizioni da far rispettare a Damasco.

Egitto e Algeria stanno premendo per un ritorno siriano, poiché ritengono che l'espulsione della Siria dalla Lega araba sia stata una chiara violazione della Carta dell'organismo.

Il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani, sembra invece ritenere valide le ragioni che portarono all'espulsione della Siria dalla Lega Araba.

In precedenti dichiarazioni, affermò:“lo Stato del Qatar ha una posizione chiara al riguardo. Ci sono ragioni che hanno reso necessaria la sospensione dell'adesione della Siria alla Lega Araba, e queste ragioni esistono ancora”.

Alcuni esperti affermano che l'articolo 18 della Carta della Lega Araba non si applicherà nel caso della Siria.

L'articolo 18 recita: "Il Consiglio della Lega può considerare separato dalla Società qualsiasi Paese che non adempia ai doveri della presente Carta con decisione emessa all'unanimità dai Paesi ad eccezione del suddetto Paese".

Il ministro degli Esteri siriano Faisal Meqdad ha incontrato il suo omologo egiziano, Sameh Shoukry, il 10 settembre di quest'anno a New York, a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Il Cairo afferma che da allora sono in corso trattative con Damasco.

La Russia sta spingendo da tempo l'Egitto a considerare il ritorno della Siria nella Lega Araba nel loro prossimo incontro.

La Siria è stata sospesa dalla Lega araba nel novembre 2011, in seguito alla sua "incapacità di fermare la repressione dei manifestanti".

William Hague, allora ministro degli Esteri britannico, accolse con favore la decisione di sospendere la Siria.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Renatino è un crumiro infelice di Giorgio Cremaschi Renatino è un crumiro infelice

Renatino è un crumiro infelice

ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage di Francesco Santoianni ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage

ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa di  Leo Essen Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione... di Pasquale Cicalese Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti