Drone CH-7 cinese: capacità avanzate e potenzialità rivoluzionarie

Drone CH-7 cinese: capacità avanzate e potenzialità rivoluzionarie

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dopo aver ricevuto nuovi progetti per migliorare ulteriormente l'efficacia del combattimento basato sulle informazioni nella guerra moderna, il veicolo aereo senza pilota (UAV) CH-7 della Cina ha completato i test e il suo sviluppo dovrebbe terminare quest'anno. Gli osservatori cinesi si aspettano che il drone faccia una nuova apparizione al prossimo Airshow China di novembre.

Lo sviluppo del CH-7 dovrebbe essere completato entro la fine del 2024, con test sul prototipo che già verificheranno le eccezionali prestazioni dell'aereo e l'efficacia del progetto strutturale della cellula, come riferito al quotidiano Global Times dalla Aerospace CH UAV Co Ltd, la società sviluppatore del drone.

L'annuncio indica un progresso regolare per lo sviluppo del CH-7, sostengono gli analisti.

Caratterizzato da una configurazione ad ala volante che rappresenta un alto livello di capacità stealth e lungo raggio, il CH-7 ha fatto il suo debutto all'Airshow China 2018 a Zhuhai, nella provincia del Guangdong nella Cina meridionale, attirando un vasto interesse sia da parte dei professionisti che del pubblico in generale.

Quattro anni dopo, all’Airshow China 2022, è stata messa in mostra una nuova versione del CH-7, riprogettata per soddisfare la domanda di UAV di fascia alta ricercata dai potenziali clienti nella futura guerra asimmetrica.

Il nuovo CH-7 ha un'apertura alare di 26 metri, quattro metri in più rispetto alla versione originale, e una quota di servizio di 15 chilometri, superiore ai 10-13 chilometri della versione originale, il che significa che può volare più in alto e rimanere più a lungo nella missione zona, concentrarsi maggiormente sulla ricognizione e sul monitoraggio 24 ore su 24 in ambienti altamente pericolosi ed essere in grado di continuare a rilevare obiettivi ostili per un periodo più lungo, ha spiegato Shi Wen, ingegnere capo del drone della serie CH, al Global Times all'Airshow China 2022.

Con un peso massimo al decollo di 10 tonnellate, il CH-7 può anche trasportare missili di grandi dimensioni o guidare altre armi per colpire obiettivi nemici di alto valore, ha detto Shi.

Il suo design furtivo significa che è anche in grado di ridurre efficacemente il raggio di rilevamento del radar nemico e continuare a contenere la potenza di fuoco antiaerea del nemico, oltre a migliorare notevolmente l'efficacia nel combattimento basato sulle informazioni.

L'Airshow China 2024 si terrà dal 12 al 17 novembre a Zhuhai, e gli osservatori sperano di vedere nuove informazioni sul CH-7 completato per allora.

Game changer?

Il drone stealth cinese CH-7, è destinato secondo diversi osservatori a cambiare le regole del gioco nel mondo della tecnologia militare. Con le sue capacità avanzate, il drone ha il potenziale per rimodellare le dinamiche della guerra moderna. Una delle sue caratteristiche principali è la tecnologia stealth, che gli consente di penetrare nello spazio aereo nemico senza essere scoperto.

Il drone stealth CH-7 vanta anche una capacità a lungo raggio, che gli consente di operare in aree lontane dal suo punto di lancio. Ciò dà alla Cina la capacità di proiettare potere e influenza in regioni geograficamente distanti. Inoltre, grazie alla sua capacità di trasportare una varietà di armi, il drone può colpire efficacemente obiettivi a terra, inclusi veicoli e infrastrutture. Ciò la rende un'arma formidabile che può essere utilizzata sia in operazioni offensive che difensive.

Oltre alle sue applicazioni militari, il drone stealth CH-7 ha il potenziale per apportare significativi vantaggi economici alla Cina. Man mano che la tecnologia verrà sviluppata e perfezionata, è probabile che la Cina esporterà il drone in altri paesi, rafforzando la sua posizione di attore di primo livello nel mercato globale delle armi. Ciò non solo comporta entrate aggiuntive per la Cina, ma stabilisce anche la sua influenza e presenza nelle regioni in cui vengono utilizzati i suoi droni.

In conclusione, il drone stealth CH-7 cinese è destinato a rivoluzionare la guerra moderna con le sue capacità avanzate. La sua tecnologia stealth, la capacità a lungo raggio e la versatilità ne fanno un'arma formidabile che può essere utilizzata per la sorveglianza, la ricognizione e l'impegno a terra.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti