Dialogo immaginario tra Putin e Biden...

Dialogo immaginario tra Putin e Biden...

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dialogo immaginario tra Putin e Biden...


Putin: <<Joe, ci avevate detto che il problema era il comunismo. Eravamo sovietici, siamo ritornati russi e abbiamo abbracciato i vostri valori liberali ma voi...>>

Biden:<<C'mon Volodja...voi non capite un cazzo...>>

Putin:<<Ma come non capiamo un cazzo? Abbiamo fatto più miliardari noi in trenta anni che voi in duecento anni di storia...>>

Biden:<<Bravi, ma non basta...>>

Putin:<<Abbiamo dato le libertà a tutti, la libertà d'espressione, la libertà di movimento, l'habeas corpus...il diritto di voto, il multipartitismo...tutto abbiamo dato. E ora? Scopriamo che voi tutte queste libertà le state togliendo...e per aver dato le libertà liberali (borghesi dicevamo noi) ora ci accusate di essere ancora comunisti. Siete voi che state diventando fascisti..>>

Biden:<<A noi dare quelle libertà al popolino serviva per dimostrare che eravamo migliori di voi comunisti. Era pura propaganda. Finito il comunismo finite quelle libertà costosissime...c'mon Volodja, noi facciamo business...>>

Volodja:<<E allora voi in cosa credete>>

Biden:<<Noi crediamo nel business. Chi dimostra di essere intelligente e scaltro tanto da diventare ricchissimo prende tutto. Gli altri, i perdenti, sono poco più che bestiame. Lo stato deve solo garantire delle regole che consentano che il potere sia contendibile...che non si formino quelle oligarchie di incipriati che esistono ancora in Europa.  Pensa a quei coglioni di italiani: sono ridotti sul lastrico e continuano a spendere centinaia di miliardi dei loro iuro per finanziare vecchie banche ottocentesche dei pezzi di carta anzichè selezionare i loro giovani migliori e insegnarli l'informatica vera. Noi nel frattempo abbiamo fondato Coinbase, l'abbiamo quotata a Wally per 100 mld di dollars...e diventerà la banca del futuro...capisci. L'innovazione è tutto, noi come stati dobbiamo solo fare in modo che le menti superiori emergano e non vengano tarpate dai vecchi pieni di soldi e potere....>>

Putin:<<E il popolo? E le persone normali?>>

Joe:<<Gente venuta al mondo perchè c'è posto...non hanno nulla da dire e da dare. Chi se ne frega, c'mon...si devono accontentare. E' sempre stato così, anzi diamo pure troppo. Nell'ottocento erano animali da soma in tempo di pace, e carne da macello in  tempo di guerra...>>

Putin:<<E a te pare giusto che erano quello? E poi, a proposito di guerra...mi volete far entrare l'Ucraina nella Nato per destabilizzarmi e mettermi in difficoltà strategica...>>

Biden:<<C'mon Volodja, ma sei de coccio...non lo capisci che noi non ti vogliamo fare nessuna guerra. Vogliamo solo spingerti ad accettare il nuovo, il globale, quello che ti ho appena detto, mica ti vogliamo bombardare davvero... Tu invece ti ostini a tenere la Russia come un paese occidentale degli anni ottanta. Noi eravamo così perchè dovevamo battere il comunismo. In realtà noi vogliamo un élite dei migliori, degli innovatori...indipendentemente dal paese. Voi potete dire la vostra, avete prodotto quel Vitaly Butarin che non per nulla se n'è andato in Canada. E poi quell'altro, quel rompicoglioni di Durov...>>

Putin:<<Quel Durov per la verità è un prodotto degli italiani anche se russo>>

Biden:<<Ah, poveri italiani...le loro scuole ancora producono. E per che cosa se poi hanno al potere una casta di ignoranti, selvaggi, profittatori. Se fossero un paese serio avrebbero già fatto la rivoluzione.... ma che vuoi, sono europei, un posto decrepito, di ignoranti peggio di voi: vogliono l'innovazione ma tutto deve essere rigirato affiché sia utile alle vecchie caste al potere...>>

Putin:<<E si, conosco la storia, sono sempre stati così, pensa che i tedeschi all'epoca del Secondo Reich di Guglielmo II erano per l'innovazione ma si inventarono la rivoluzione conservatrice affinché l'innovazione della Seconda Rivoluzione Industriale non generasse una nuova élite ma venisse usata affinché rimanessero al potere i vecchi von...gli Junker>>

Biden:<<Non divagare Volodja, io sono americano, non conosco le vostre storie europee...però i von al potere ce li avete ancora, pensa a quella cretina della von der Lyen che è stata a studiare a Londra perchè ricca sfondata...ha cambiato 3 facoltà in pochi anni senza concludere nulla...però è al potere e fa i soldi a palate con la Pfizer...>>

Putin:<<La von der Lyen andrebbe messa in coppia con tuo figlio Hunter...esattamente uguali, due ricconi senza arte ne parte che fanno i soldi perchè sono parte di un'élite...>>

Biden:<<C'mon Volodja, niente colpi bassi...lo so io cosa passo con quel disgraziato di mio figlio...>>>

Putin:<<A proposito di von der Lyen e di Pfizer...voi mi avete bloccato pure lo Sputnik V...>>

Biden:<<Volodja, quel prodotto non va bene...>>

Putin:<<Come non va bene Joe, è efficace quanto i vostri ma infinitamente più sicuro...>>

Biden:<<Appunto per quello non va bene. Chi ti ha detto che deve essere sicuro?>>

Putin:<<Come non deve essere sicuro???>>

Biden:<<No, noi stiamo demolendo le difese immunitarie dei peggiori così che dovranno iniettarsi a vita con il nostro prodotto per qualsiasi virus...>>

Putin:<<Questa è l'ultima fase del capitalismo. Usate il corpo degli uomini per fare soldi....Marx rabbrividirebbe...>>

Biden:<<E basta con questo Marx, sei proprio un comunista nell'anima. Comunque Marx aveva torto. Noi in realtà non stiamo solo facendo Business...anzi, ti dirò quello è il fatto secondario. Il punto strategico è che noi stiamo selezionando gli uomini migliori. Quelli che stanno resistendo e non si fanno iniettare. Quelli che hanno studiato per capire. Quelli che si interrogano...che coltivano il dubbio. I burocrati, i ragionierini, i pusillanimi senza coraggio avranno la vita che meritano...hanno avuto troppo. E gli togliamo tutto. Ogni tanto, capisci Volodja, alla natura bisogna dare una spintarella nella selezione naturale della specie...>>

Giuseppe Masala

Giuseppe Masala

Giuseppe  Masala, nasce in Sardegna nel 25 Avanti Google, si laurea in economia e  si specializza in "finanza etica". Coltiva due passioni, il linguaggio  Python e la  Letteratura.  Ha pubblicato il romanzo (che nelle sue ambizioni dovrebbe  essere il primo di una trilogia), "Una semplice formalità" vincitore  della terza edizione del premio letterario "Città di Dolianova" e  pubblicato anche in Francia con il titolo "Une simple formalité" e un  racconto "Therachia, breve storia di una parola infame" pubblicato in  una raccolta da Historica Edizioni. Si dichiara cybermarxista ma come  Leonardo Sciascia crede che "Non c’è fuga, da Dio; non è possibile.  L’esodo da Dio è una marcia verso Dio”.

 

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito di Gilberto Trombetta Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti