Covid-19. Bruges Group: Italia costretta a lasciare l'euro per fronteggiare la crisi

Covid-19. Bruges Group: Italia costretta a lasciare l'euro per fronteggiare la crisi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La crisi provocata dall’epidemia di Covid-19 potrebbe spazzare via l’eurozona. Ormai sono svariate le voci che danno questa ipotesi come molto concreta. Anche a causa delle rigidità imposte dall’ordoliberismo di marca tedesca dove alcuni paesi come l’Italia rischiano di soccombere sotto il peso di una crisi economica che si annuncia devastante se non fronteggiata con gli strumenti più appropriati. 

 

La soluzione migliore per l'Italia che si troverà invischiata in una "grave crisi del debito" peggiorata dal coronavirus potrebbe portare alla fine della valuta euro, secondo il Bruges Group, think tank con sede nel Regno Unito. Il portavoce Robert Oulds ha spiegato a Express.co.uk perché l'unica via di uscita dal caos economico in quel di Roma potrebbe essere quella di iniziare a emettere una "valuta parallela". Oulds ha avvertito che ciò potrebbe rappresentare un pericolo per la Banca Centrale dell'Unione Europea, che alla fine potrebbe perdere la capacità di controllare il denaro nella propria zona economica.

 

“L’Italia è quella da tenere d’occhio in questa crisi”, afferma Oulds, perché potrebbe “iniziare a emettere quella che diventerebbe una valuta parallela, a quel punto la Banca Centrale Europea perde il suo monopolio nel controllare il denaro all'interno dell'Eurozona”.

 

Per paesi come l’Italia questo “sarà l'unico modo per ottenere i fondi necessari alle loro economie”, visto che l’Unione Europea sembra decisa a non voler andare oltre dei prestiti che faranno schizzare alle stelle il rapporto debito/PIL con conseguente ricorso all’austerità per rientrare negli assurdi parametri imposti da Bruxelles. Una spirale senza fine in cui i paesi rischiano di rimanere inviluppati perpetuamente. 

 

Oulds ha continuato: "L'Italia è stata in crisi economica per un decennio, quindi questa ora sarà una situazione grave in cui i loro debiti saliranno alle stelle.

 

"L'unica risposta dell'Unione Europea sarà che dovranno tagliare la spesa pubblica e aumentare le tasse.

 

"Ciò peggiorerà la crisi del debito perché distruggerà ulteriormente l'economia”.

 

Questo significa che “devono iniziare a percorrere una rotta che è effettivamente un'uscita dall'euro”.

 

 

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti