Cooperazione Russia-Italia per gli aiuti umanitari alla Siria

Cooperazione Russia-Italia per gli aiuti umanitari alla Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La notizia non ha trovato spazio nei media nostrani, più propensi a fare da megafono alle provocazioni per far scoppiare guerre fra super potenze nucleari, vedi USA e Russia in Ucraina, ma l'Agenzia di stampa siriana SANA, citando la diplomazia russa, ha riferito che il viceministro degli Esteri russo Sergei Vershinin ha discusso della situazione in Siria con il Coordinatore speciale per gli affari siriani della Farnesina, Stefano Ravanian.

Nella nota,  il Ministero degli Esteri russo ha comunicato che, durante l'incontro, sono stati discussi gli aspetti pratici della cooperazione italo-russa sulla Siria, il rafforzamento del programma umanitario a favore del popolo siriano e l'impatto negativo delle misure coercitive unilaterali imposte al Paese arabo.

Inoltre si aggiunge che entrambe le parti hanno sottolineato l'importanza di attuare le risoluzioni delle Nazioni Unite per raggiungere una soluzione politica alla crisi in Siria.

Senza fare voli pindarici, è sicuramente una buona notizia che l'Italia agisca per la Siria fuori dall'agone della NATO e dell'Unione Europea.

L'Italia che un tempo era partner economico e politico privilegiato della Siria , dal 2011, con l'inizio della guerra per procura contro Damasco attraverso l'uso di organizzazioni terroristiche, i vari governo che si sono succeduti hanno rinnovato in ambito UE le sanzioni che stanno mettendo a dura prova il popolo siriano.

 Di certo questo incontro i rappresentanti russi non sarà il preambolo per il ripristino delle relazioni diplomatiche Italia-Siria, sicuramente sono un evento che ha la sua importanza e, soprattutto, indica una vittoria politica di Damasco, oltre quella militare contro il terrorismo.

Le cancellerie occidentali prima o poi dovranno riconoscere i loro errori che hanno causato migliaia di morti innocenti e la distruzione materiale di un paese, partendo proprio dalla ricostruzione dle paese arabo.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti