Cavi sottomarini distrutti nel Mar Rosso, danni per il mondo intero

Cavi sottomarini distrutti nel Mar Rosso, danni per il mondo intero

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I quattro cavi di telecomunicazione danneggiati la settimana scorsa nel Mar Rosso hanno colpito un quarto del traffico Internet dall'Asia all'Europa e minacciano di lasciare il mondo intero senza accesso a Internet. Il 97% del traffico Internet globale avviene tramite sottomarini cavi, quindi il guasto di un singolo cavo colpisce l’intera comunità mondiale.

I danni ai cavi potrebbero influenzare non solo il traffico Internet globale, ma anche i progetti per costruire nuovi cavi attraverso il Mar Rosso sponsorizzati dai giganti della tecnologia globale, come il progetto Blue Ruman di Google o il cavo 2Africa sostenuto da Facebook. Va notato che, se le tensioni continuassero nel Mar Rosso, le società di telecomunicazioni potrebbero prendere in considerazione percorsi alternativi per i loro cavi, ad esempio attraverso l’Arabia Saudita.

Come hanno reagito le aziende responsabili dei cavi?

Le società di telecomunicazioni hanno dovuto reagire rapidamente per evitare una massiccia interruzione di Internet in seguito ai danni ai cavi Seacom, TGN, AAE-1 ed EIG che collegano l'Asia con l'Africa, il Medio Oriente e l'Europa. Non tutte le aziende che gestiscono i cavi tagliati hanno commentato l'incidente.

Uno di quelli che lo ha fatto è stato Seacom, che  ha dichiarato che il segmento interessato del suo cavo si trova "all'interno delle giurisdizioni marittime yemenite nel Mar Rosso meridionale", aggiungendo che le riparazioni inizieranno solo dopo l'autorizzazione delle autorità yemenite, cosa che probabilmente non sarà ricevuto prima di un altro mese. Fino a quando il cavo non sarà riparato, la società reindirizzerà parte del traffico, anche se alcuni servizi sono stati disconnessi, ha ammesso Prenesh Padayachee, direttore digitale di Seacom.

Da parte sua, la società responsabile del cavo TGN, Tata Communications, ha riferito di aver "implementato misure correttive immediate e adeguate", aggiungendo che sta investendo in "diversi consorzi di cavi per aumentare la diversità" per poter sempre "reindirizzare automaticamente" i servizi.

La società di telecomunicazioni con sede a Hong Kong HGC Global Communications  ha annunciato  di aver sviluppato un piano per diversificare il proprio traffico lungo tre rotte. Il primo invia i dati da Hong Kong all’Europa attraverso la Cina continentale, il secondo attraverso gli Stati Uniti e il terzo li reindirizza agli 11 cavi che continuano a funzionare nel Mar Rosso.

Nel frattempo, le aziende che offrono percorsi alternativi vedono una crescente domanda di reindirizzare il traffico dai cavi interrotti. Roderick Beck, responsabile dell'approvvigionamento di capacità di rete globale presso la United Cable Company, ha dichiarato di vedere "un'enorme domanda di capacità alternativa di cavi sottomarini da Marsiglia a Singapore". "Entro 24 ore dalle interruzioni nel Mar Rosso, quasi due terabit di capacità SMW5 sono stati prenotati in due reti dorsali di operatori asiatici", ha spiegato.

Come verranno riparati i cavi?

Secondo i commenti di alcune aziende, il processo di riparazione non sarà avviato prima del secondo trimestre del 2024. In questo contesto, Beck ha confermato che la riparazione sarà lunga e ha avvertito che alcune delle informazioni secondo cui ci sarebbero navi in ??viaggio per riparare i cavi "probabilmente non sono vere".

"Per prima cosa serve una nave disponibile, e la maggior parte è già in mare a posare cavi in ??fibra ottica o elettrici", ha chiarito Beck. L’esperto ha sottolineato che, anche se la nave venisse ritrovata, dovrebbe recarsi al porto dove sono immagazzinati i cavi di riserva e ritirarli. "Ogni cavo sottomarino ha un serbatoio di stoccaggio in cui vengono immagazzinati fino a 60 chilometri di fibra di riserva per riparazioni, allentamenti ed espansioni".

"La nave di riparazione deve poi salpare, individuare il punto di guasto e ripararlo. In questo caso, la nave di riparazione deve anche organizzare una scorta militare, e questo ha una bassa priorità per le Marine che pattugliano il Mar Rosso", ha spiegato Beck sul motivo per il quale il processo di riparazione del cavo è lento e difficile.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Public enemy di Giuseppe Giannini Public enemy

Public enemy

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti di Andrea Puccio Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti