Attacco terroristico a Mosca: tutto quello che sappiamo al momento

Attacco terroristico a Mosca: tutto quello che sappiamo al momento

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


RT

Un attacco terroristico avvenuto venerdì nella grande sala concerti Crocus City Hall, nella provincia di Mosca, ha provocato oltre 60 morti e più di 100 feriti. 


Inizio dell'attacco 

Diverse persone in tenuta mimetica e armate di fucili hanno fatto irruzione nella sala prima di un concerto. La sparatoria sarebbe iniziata contemporaneamente nell'auditorium e nel foyer della sala, dove era radunata una folla di partecipanti. I terroristi hanno dato fuoco alle sedie nell'auditorium, da dove le fiamme si sono propagate in gran parte del locale.

I terroristi hanno sparato alle persone a bruciapelo.

ATTENZIONE: LE SEGUENTI IMMAGINI POSSONO DISTURBARE LA VOSTRA SENSIBILITÀ.


Le vittime

Secondo i dati preliminari del Servizio di sicurezza federale russo (FSB), oltre 60 persone sono state uccise e oltre 100 ferite. Più di 50 ambulanze sono state inviate sul posto. 


Il ministro della Sanità russo Mikhail Murashko ha dichiarato che almeno cinque bambini erano tra le 115 persone ferite nell'attacco terroristico al Crocus City Hall. Un minore e 60 adulti sono in gravi condizioni.


L'incendio 

Poco dopo l'inizio dell'attacco, nell'edificio è scoppiato un grave incendio. Il Ministero delle Situazioni di Emergenza ha classificato l'incendio come "di grande complessità".

Il tetto del complesso è stato completamente avvolto dalle fiamme e presto ha iniziato a crollare. Alcune persone sono state evacuate direttamente dal tetto.

Per spegnere l'incendio sono stati impiegati elicotteri, oltre 320 persone e più di 130 attrezzature.


Attacco terroristico 

Il Comitato investigativo russo ha aperto un caso penale sull'attacco terroristico. Una task force dell'agenzia è stata inviata sul posto.

La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha definito la sparatoria un "crimine odioso", sottolineando che si tratta di "un sanguinoso attacco terroristico avvenuto sotto gli occhi di tutta l'umanità".

Le principali agenzie di sicurezza russe hanno tenuto informato il presidente del Paese, Vladimir Putin, sugli sviluppi delle indagini e su tutto ciò che riguarda l'attacco terroristico. Il leader russo ha anche ringraziato tutti i medici che hanno lavorato con le vittime dell'attacco terroristico alla sala concerti Crocus City Hall e ha augurato a tutti i feriti una pronta guarigione.

Le reazioni

Istituzioni e politici di varie parti del mondo si sono già espressi sull'attentato. Venezuela, Cuba, Bolivia, Nicaragua, Messico, Kazakistan, Bielorussia, Iran, Turchia, Colombia ed Emirati Arabi Uniti, tra gli altri, hanno espresso le loro sincere condoglianze e condannato la tragedia. Anche l'UE si è unita alle condanne.

Anche gli Stati Uniti hanno commentato l'accaduto, affermando che le immagini della scena "sono orribili e difficili da guardare". La Germania ha definito l'attacco "orribile" e ha esortato a fare chiarezza "rapidamente".

Anche il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha condannato con forza l'attacco terroristico "atroce e vile". I membri del Consiglio hanno espresso le loro "profonde condoglianze" alle famiglie delle vittime e al popolo russo, e hanno augurato ai feriti e alle ferite una piena e rapida guarigione.


----------

L'AntiDiplomatico vi sta offrendo una copertura in tempo reale dell'attacco terroristico a Mosca attraverso il suo canale Telegram


Quando Mario Monti parla di "sacrifici".... di Fabrizio Verde Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Quando il bonus è un malus di Giuseppe Giannini Quando il bonus è un malus

Quando il bonus è un malus

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?) di Gilberto Trombetta Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario di Andrea Puccio Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti