Alto generale iraniano: lo Yemen è già una superpotenza "agli occhi degli Stati Uniti"

Alto generale iraniano: lo Yemen è già una superpotenza "agli occhi degli Stati Uniti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo il vicecapo del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica iraniana (IRGC), il generale della brigata Ali Fadavi, "lo Yemen, che fino a 10 anni fa non era un problema, ora sta diventando una superpotenza agli occhi degli americani e degli europei".

Fadavi, in particolare, ha ricordato i recenti attacchi con droni e missili dallo Yemen contro la portaerei americana a propulsione nucleare USS Dwight Eisenhower nel Mar Rosso e un altro cacciatorpediniere britannico nel quadro delle operazioni effettuate dal paese arabo contro gli interessi di Israele e dei suoi alleati nell’area.

Il generale di brigata per evidenziare questa operazione ha sottolineato che “il simbolo della potenza militare degli Stati Uniti è la Marina, e il simbolo della Marina è la portaerei, protetta da otto navi”. Tuttavia, l'alto comando militare ha affermato che nessuna di queste navi di scorta è stata in grado di impedire l'attacco dello Yemen alla USS Dwight Eisenhower.

Fadavi ha rivolto il suo plauso, quindi, per le operazioni dello Yemen nel Mar Rosso e nelle acque circostanti contro navi legate a Israele in sostegno del popolo palestinese e ha aggiunto che il movimento popolare yemenita "Ansarollah è riuscito a imporre un vero assedio ai sionisti", attaccando finora circa 100 navi legate all’occupazione israliana.

Lo Yemen ha effettuato numerosi attacchi a sostegno della Palestina dallo scorso novembre contro navi legate a Israele nel Mar Rosso, settimane dopo che Israele aveva lanciato la brutale guerra a Gaza, che finora ha ucciso 37.200 civili palestinesi dal 7 ottobre.

Inoltre, ha indicato come obiettivi navi britanniche e americane in risposta agli attacchi che questi due paesi realizzano contro il territorio yemenita, nel quadro di una coalizione formata per contrastare le operazioni yemenite nel Mar Rosso e garantire la sicurezza delle navi legate a Israele.

Il movimento Ansarollah ha assicurato che manterrà queste operazioni militari fino a quando “cesseranno l’aggressione e l’assedio del popolo palestinese a Gaza”.

--------------------------------------------------------

A GAZA LA SITUAZIONE UMANITARIA E' FUORI CONTROLLO. LA PULIZIA ETNICA DECISA

C'E' UNA ONG, GAZZELLA ONLUS, CHE NON SI ARRENDE A QUESTE BARBARIE E OGNI GIORNO, EROICAMENTE, PORTA BENI DI PRIMA NECESSITA' ALLA POPOLAZIONE STREMATA




L'ANTIDIPLOMATICO E LAD EDIZIONI, INSIEME A Q EDIZIONI, E' IMPEGNATA ALLA RACCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE DI GAZA

ACQUISTANDO IL LIBRO "IL RACCONTO DI SUAAD - PRIGIONIERA PALESTINESE" DAL NOSTRO SITO CONTRIBUIRETE ATTIVAMENTE ALL'INVIO DI AIUTI ALLA POPOLAZIONE DI GAZA

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti