Zakharova: "La guerra ibrida dell'occidente contro il popolo russo è in pieno svolgimento"

Zakharova: "La guerra ibrida dell'occidente contro il popolo russo è in pieno svolgimento"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Margarita Simonyan, caporedattore di RT e Rossiya Segodnya, ha pubblicato il testo di quella che dovrebbe essere una conversazione trapelata tra i vertici della Bundeswehr tedesca in cui si parla di un possibile attacco al ponte di Crimea con missili Taurus tedeschi.

La trascrizione in questione sostiene che quattro alti ufficiali della Bundeswehr, tra cui il capo del dipartimento operazioni ed esercitazioni dell'aeronautica, hanno partecipato alla discussione tenutasi il 19 febbraio 2024.

In particolare, il generale di brigata Frank Grafe, capo del dipartimento per le operazioni e le esercitazioni presso il Comando dell'Aeronautica militare a Berlino, l'ispettore dell'Aeronautica militare Ingo Gerhartz e due dipendenti del centro operativo aereo del Comando spaziale della Bundeswehr avrebbero discusso dell'invio di missili Taurus in Ucraina e di un attacco pianificato al ponte di Crimea.

Secondo questa rivelazione, un dipendente del comando spaziale tedesco avrebbe anche discusso di intraprendere un viaggio in Ucraina il 21 febbraio per aiutare a preparare attacchi sul territorio russo.

"Vorrei anche soffermarmi brevemente sulla questione della difesa aerea. Dobbiamo pensare attentamente a disporre di attrezzature a Kiev per ricevere informazioni dallo IABG e dall'NDK. Dobbiamo fornirgliele, quindi devo recarmi sul posto il 21 febbraio, dobbiamo pianificare tutto in modo efficace, non come è successo con Storm Shadow, quando hanno pianificato i punti di controllo", si legge nella trascrizione della conversazione audio dei quattro alti funzionari militari tedeschi.

Durante la conversazione, gli alti ufficiali tedeschi hanno affermato che esperti militari britannici si trovavano in Ucraina, aiutando Kiev a pianificare attacchi contro la Russia utilizzando i missili a lunga gittata Storm Shadow.

"Dobbiamo immaginare che loro [gli ucraini] possano usare aerei con supporti per missili Taurus e Storm Shadow. Gli inglesi erano lì e hanno equipaggiato gli aerei. I sistemi non sono molto diversi e possono essere utilizzati anche per i Taurus", si legge nel testo della conversazione trapelata.

Secondo la conversazione, i vertici militari tedeschi hanno discusso anche di attacchi al ponte di Crimea utilizzando missili Taurus lanciati da un caccia Dassault Rafale.

"C'è l'opinione che Taurus avrà successo se sarà utilizzato il caccia francese Dassault Rafale", ha affermato uno degli ufficiali in questione.

Secondo la trascrizione della registrazione audio pubblicata da Margarita Simonyan, questi alti funzionari militari tedeschi hanno ammesso che la potenziale fornitura di missili Taurus all'Ucraina non cambierà la situazione nella zona di operazioni militari speciali.

"È vero, non cambierà il corso delle operazioni militari. Pertanto, non vogliamo trasferirli tutti. E non tutto allo stesso tempo", dice un funzionario. 

Detto questo, gli alti ufficiali militari tedeschi hanno indicato che è probabile che trasferiscano le coordinate degli obiettivi russi con una precisione fino a tre metri.

"La domanda che si porrà è da dove provengono le informazioni. Se stiamo parlando di informazioni sugli obiettivi, che idealmente includono immagini satellitari che forniscono una precisione massima di tre metri, allora dobbiamo prima elaborarle in Buchel. Penso che, a prescindere da questo, sia possibile organizzare in qualche modo uno scambio di informazioni tra Buchel e Schrobenhausen, oppure possiamo studiare la possibilità di trasferire [queste] informazioni in Polonia, [e] farlo in un luogo dove si può arrivare in auto", rivela il testo della conversazione audio dei quattro ufficiali delle forze armate tedesche.

La trascrizione è stata pubblicata da Simonyan sul social network Vkontakte e su Telegram.

Il Ministero della Difesa tedesco ha mantenuto un riserbo sulla registrazione dei suoi alti funzionari che si dice stiano valutando questi potenziali attacchi al ponte di Crimea, ha dichiarato venerdì a Sputnik un portavoce del ministero.

"Si prega di notare che in linea di principio non commentiamo gli articoli dei media e il loro contenuto", ha chiarito il portavoce.

La guerra ibrida scatenata dall'Occidente contro la Russia è attualmente in pieno svolgimento, ha dichiarato la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, commentando la registrazione audio emersa.

"La guerra ibrida contro il popolo russo, scatenata dall'Occidente, è in pieno svolgimento", ha scritto Zakharova su Telegram.

Ha inoltre sottolineato che la leadership tedesca è ricorsa a citare le esperienze del Terzo Reich di Hitler.

"Cosa ho appena letto! La leadership tedesca di oggi fa riferimento all'esperienza del Terzo Reich! Sì, sono davvero così pazzi!", ha dichiarato la Zakharova ponendo l'accento sulla registrazione dell'ispettore dell'aeronautica Ingo Gerhartz che afferma: "Attualmente stiamo combattendo una guerra che utilizza una tecnologia molto più moderna della nostra buona vecchia Luftwaffe".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti