Vladimir Putin manda questo messaggio ai militari ucraini

Vladimir Putin manda questo messaggio ai militari ucraini

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il Presidente della Federazione russa in un messaggio diretto all'esercito ucraino ha dichiarato: "Prendete il potere nelle vostre mani. Sarà per noi più facile arrivare ad un accordo che con questa banda di drogati e neo-nazisti che si è insediata a Kiev e ha preso in ostaggio l'intero popolo ucraino". Lo riporta RT. 

Nel corso della giornata di venerdì, con l'esercito russo che avanza e consolida le sue posizioni intorno a Kiev, Putin aveva dichiarato di essere pronto a inviare una delegazione in Bielorussia per partecipare ai negoziati con la parte ucraina. Queste le parole del suo portavoce Dmitry Peskov:

"Come è noto, il presidente dell'Ucraina, [Vladimir] Zelensky, ha espresso oggi la sua disponibilità ad affrontare lo status di neutralità dell'Ucraina. Inizialmente, il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha dichiarato che l'obiettivo dell'operazione è aiutare le Repubbliche popolari di Luhansk e Donetsk, tra le altre cose, attraverso la smilitarizzazione e la denazificazione dell'Ucraina. E questo, in effetti, è una componente integrante dello status neutrale", ha spiegato il portavoce.

Peskov ha poi osservato che il capo di Stato russo "è pronto a inviare a Minsk una delegazione russa a livello di rappresentanti del ministero della Difesa, del ministero degli Affari esteri e dell'amministrazione presidenziale per i negoziati con la delegazione ucraina".

 

Zelensky aveva offerto, precedentemente, un nuovo messaggio in cui ha indicato di essere disposto a negoziare per fermare l'operazione militare russa nel paese.

"Vorrei rivolgermi ancora una volta al Presidente della Federazione Russa. I combattimenti sono in corso in tutta l'Ucraina. Sediamoci al tavolo dei negoziati per fermare la morte di persone", l'appello del leader ucraino.

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito di Gilberto Trombetta Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti