Tehran risponde così alla risoluzione del Parlamento UE che definisce "terrorista" l'IRGC

Tehran risponde così alla risoluzione del Parlamento UE che definisce "terrorista" l'IRGC

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La strategia suicida dell’Unione Europea del “morire per Washington” procede spedita. 

Agli ordini di Washington il Parlamento europeo vorrebbe costringere l’Unione Europea ad inserire il Corpo dei guardiani della Rivoluzione islamica iraniana, IRCG, nell’elenco delle organizzazioni terroristiche.

Oggi, l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Joseph Borrell, sembra temporeggiare, dichiarando che, come ha riportato l’agenzia Reuters, l’inserimento dell’IRCG come organizzazione terroristica è “qualcosa che non può essere deciso senza un tribunale, prima una decisione del tribunale. Non puoi dire che ti considero un terrorista perché non mi piaci".

I ministri degli Esteri dell'UE sono tuttavia pronti ad aggiungere 37 nomi all'elenco del blocco di persone ed entità soggette a sanzioni per violazioni dei diritti umani in Iran.

L'Iran valuta l'uscita dal TNP e l’espulsione degli ispettori AIEA come rappresaglia

L'Iran, da parte sua, pare che stia valutando l'uscita dal TNP(Trattato per non-proliferazioni armi nucleari) e l'espulsione degli ispettori dell'AIEA in reazione alla proposta del Parlamento europeo di inserire l'IRGC nella sua lista nera.

Ieri, il ministro degli Esteri iraniano Hosein Amir Abdolahian ad una domanda precisa in merito, ha spiegato che se l'Europa, dove vari politici "senza esperienza" sono al comando, “non prendono la via della razionalità e rivedono le loro posizioni, tutto è possibile”.

Inoltre, il ministro degli Esteri iraniano ha ricordato che un'altra risposta al provvedimento europeo è in corso nel Parlamento iraniano ed è una legge per designare le Forze armate dei paesi dell'Unione europea come organizzazioni terroristiche. Se la proposta viene approvata, richiede l'approvazione dell'Esecutivo.

"Una tale risposta comporterà cambiamenti di vasta portata e impatti significativi sulla formazione militare delle forze militari nella regione", ha avvertito Amir Abdolahian.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti