Taiwan conferma per la prima volta la presenza militare Usa

Taiwan conferma per la prima volta la presenza militare Usa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Oggi, la leader di Taiwan, Tsai Ing-wen, ha confermato per la prima volta che le truppe statunitensi sono sull'isola e stanno addestrando l'esercito taiwanese. La replica di Pechino non si è fatta attendere.

"La Cina si oppone fermamente a qualsiasi forma di scambio ufficiale e contatto militare tra gli Stati Uniti e la regione cinese di Taiwan", ha affermato Wang Wenbin, portavoce del ministero degli Esteri cinese.

Da parte sua, Tsai ha affermato in una recente intervista alla CNN che la minaccia proveniente da Pechino cresce " ogni giorno ".

"Ecco quest'isola di 23 milioni di persone che si impegnano ogni giorno per proteggere noi e la nostra democrazia e assicurarsi che il nostro popolo abbia il tipo di libertà che merita", ha retoricamente sottolineato la leader taiwanese. "Se falliamo, significa che le persone che credono in questi valori dubiterebbero che siano valori per cui [dovrebbero] combattere".

Queste dichiarazioni arrivano pochi giorni dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha assicurato che il suo paese avrebbe difeso Taiwan in caso di conflitto armato con la Cina continentale.

Successivamente, un portavoce della Casa Bianca ha sottolineato che le dichiarazioni di Biden non rappresentano  alcun cambiamento nella politica di 'ambiguità strategica' di  Washington nei confronti di Taipei, che implica il riconoscimento di Pechino come unico governo legittimo della Cina, da un lato, e il diritto a mantenere rapporti speciali con l'isola cinese autogovernata, dall'altro.

All'inizio di questo mese, il ministro della Difesa taiwanese Chiu Kuo-cheng aveva ricordato che le tensioni dell'isola con la Cina sono le peggiori degli ultimi 40 anni, avvertendo del rischio di un attacco accidentale tra le due parti. I commenti sono arrivati dopo che la Cina ha inviato  un numero record di aerei militari nella zona di difesa aerea di Taiwan.

Parallelamente, è stato rivelato  che l'unità per le operazioni speciali del Corpo dei Marines degli Stati Uniti opera segretamente a Taiwan per addestrare i militari da un anno. Alla luce di questi sviluppi, sorgono preoccupazioni per un possibile conflitto intorno all'isola, che potrebbe comportare uno scontro diretto tra le truppe statunitensi e cinesi. 

Contesto della crisi attuale

L'isola di Taiwan si autogoverna con una propria amministrazione dal 1949, quando il generale Chiang Kai-shek (1887-1975) vi si rifugiò dopo essere stato sconfitto nella guerra civile con i comunisti di Mao Zedong. 

Negli anni '80, per l'unificazione del Paese, Deng Xiaoping, l'allora presidente della Repubblica Popolare Cinese, propose una politica di "Un paese, due sistemi", che prevedeva la coesistenza dei modelli politici ed economici della Cina continentale e alcune regioni, tra cui Taiwan.

Tuttavia, già sotto la guida di Xi Jinping, il colosso asiatico propendeva per la necessità di garantire il principio di ' One China ', al fine di prevenire tentativi da parte di forze straniere di sostenere le aspirazioni indipendentiste delle regioni autonome.

Il nuovo approccio, che prevedeva, tra l'altro, l'erosione dell'indipendenza di Hong Kong, è stato respinto dalle autorità taiwanesi , che negli ultimi anni hanno optato per una posizione più bellicosa nei confronti della Cina continentale. 

La recente escalation delle tensioni intorno a Taiwan è dovuta alle crescenti discrepanze geopolitiche tra Cina e Stati Uniti. Con l'intensificarsi di questo scontro, l'equilibrio di potere intorno a Taiwan si sta spostando drasticamente in una nuova pericolosa fase.

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti