Sukhoi Su-75 Checkmate, scacco matto della Russia ai concorrenti occidentali

Sukhoi Su-75 Checkmate, scacco matto della Russia ai concorrenti occidentali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Come già abbiamo avuto modo di testimoniare diverse volte la Russia continua ad avanzare nell’ammodernamento del suo intero sistema Difesa. Particolare attenzione viene anche posta sul rafforzamento della flotta militare. Ormai i caccia russi non hanno nulla da invidiare ai concorrenti occidentali, anzi in molto casi la Russia è capace di produrre prodotti migliori a costi minori. 

Intanto la produzione in serie del nuovo caccia russo Checkmate (Sukhoi Su-75) potrebbe iniziare nel 2025-2026. Il nuovo velivolo russo sarà un successo se lanciato sul mercato rapidamente e a un prezzo ragionevole, ha detto ai giornalisti il vice primo ministro Yuri Borisov al Forum Oil and Gas di Tyumen, come riporta la Pravda.

"Se la memoria non mi tradisce, l'inizio dei test di volo è previsto per il 2023 e la sua produzione in serie sarà organizzata in caso di richiesta su questo aereo. Spero che ci sarà richiesta, perché questo aereo ha una serie di peculiarità che corrispondono ai caccia di quinta generazione, come la sospensione nel corpo di tutti i mezzi di distruzione dell'aviazione. Penso che il 2025-2026 sembri essere un lasso di tempo molto realistico", ha detto Borisov.

In caso di ritardo, il nuovo caccia non sarà più richiesto sul mercato dove sono presenti modelli nordamericani e cinesi.

"Due criteri: lancio rapido sul mercato e prezzo ragionevole: queste sono le caratteristiche che consentiranno all'aereo di conquistare la sua nicchia di mercato", ha affermato il vice primo ministro.

Il velivolo monomotore leggero Sukhoi Su-75 Checkmate è stato presentato in anteprima al salone aereo MAKS-2021, dove è stato presentato come un modello funzionale.

Il futuro aereo utilizza gli sviluppi del caccia russo tealth di quinta generazione Su-57. I due velivoli sono simili nel design, ma il Checkmate sarà molto più leggero grazie all'installazione di un solo motore. L'aereo utilizzerà la tecnologia stealth. Sarà dotato di compartimenti per armi all'interno del corpo, avionica all'avanguardia e capacità di controllare piccoli veicoli aerei senza equipaggio.

Il caccia Checkmate sarà assemblato nello stabilimento aeronautico di Komsomolsk-on-Amur.

Il nuovo velivolo russo sarà inoltre capace di operare in un sistema di combattimento in rete e agire come parte di un gruppo di velivoli con e senza equipaggio, come spiegato dal capo progettista di Checkmate, Mikhail Strelets, in un'intervista rilasciata all’agenzia Tass. 

"Entrambe le versioni con e senza equipaggio del Checkmate possono operare in un sistema di combattimento in rete, il che significa agire come parte di un gruppo di velivoli con e senza equipaggio”. 

Il nuovo supporto logistico automatizzato Matreshka è stato sviluppato per il caccia monomotore Checkmate, ha affermato il capo progettista di Checkmate.

"L'aereo tattico leggero Checkmate è davvero facile da mantenere. Lo speciale sistema di supporto logistico automatizzato Matreshka è stato sviluppato per questo caccia. Utilizzando i più recenti metodi di analisi predittiva, il sistema seguirà le condizioni dell'aereo in tempo reale per tutto il suo ciclo di vita”, ha affermato Strelets. 

Secondo il capo progettista, ciò consentirà di pianificare la manutenzione e le riparazioni e ridurrà significativamente i costi e aumenterà l'efficienza delle operazioni di manutenzione.

"Ancora oggi, la cabina di pilotaggio include il supporto intellettuale dell'equipaggio, che fornisce suggerimenti al pilota per le azioni più efficienti durante un combattimento, anche in situazioni difficili".

"Il Checkmate è dotato di intelligenza artificiale che funge da copilota. Diagnosticherà tutti i sistemi dell'aereo e assisterà il pilota in una situazione di combattimento in rapida evoluzione. Il pilota si concentrerà sull'emissione di comandi e la macchina eseguirà automaticamente tutte le operazioni”.

La cabina di pilotaggio, ha rivelato inoltre il capo progettista, è dotata di display con sensori panoramici unici che mostrano lo stato di tutti i sistemi e forniscono informazioni eccessive sulla rotta, gli obiettivi e le minacce.

Il capo dell’UAC Jurij Sljusar ha affermato anche che l’aereo ha un potenziale di modifica modulare per essere convertito in biposto, da ottenere sostituendo la sezione anteriore della fusoliera.

Ciò significa chiaramente che l’Su-75 è stato pensato anche, forse soprattutto, per l’esportazione. I suoi concorrenti saranno lo svedese Saab Gripen e i caccia F-35 e F-16 statunitensi, e forse anche con il J-10 cinese.

Il fatto che, come l’Su-57, anche il Chekmate verrà esportato negli Emirati Arabi Uniti, in Vietnam e forse in India, significa che la Sukhoi potrebbe essere disposta ad una produzione sotto licenza congiunta.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti