Sudafrica: ministro degli Esteri accusa l'intelligence israeliana di intimidazioni per la causa all'Aia

Sudafrica: ministro degli Esteri accusa l'intelligence israeliana di intimidazioni per la causa all'Aia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il ministro sudafricano delle Relazioni internazionali e della Cooperazione, Naledi Pandor, durante un discorso tenuto giovedì sera, ha accusato i servizi segreti israeliani di aver tentato di intimidirla attraverso minacce a lei e alla sua famiglia sui social media, per via della causa che il Paese africano ha presentato alla Corte Internazionale di Giustizia (CIG) dell'Aia con l'accusa di genocidio nei confronti della popolazione palestinese della Striscia di Gaza.

Pandor si è detta preoccupata per l'incolumità della sua famiglia e ha chiesto al Ministro della Polizia Bheki Cele di rafforzare la sua sicurezza dopo aver ricevuto messaggi minatori sui social media. "Ciò che mi preoccupa di più è la mia famiglia, perché alcuni messaggi sui social media parlano dei miei figli", ha dichiarato la Pandor, citata da The Mail&Guardian

"Gli agenti israeliani, i servizi segreti, agiscono così e cercano di intimidire, quindi non dobbiamo lasciarci intimidire. C'è una causa in corso", ha affermato Pandor, riferendosi alla causa contro Israele all'Aia.

Nonostante le minacce nei suoi confronti, il ministro degli Esteri ha assicurato che il governo sudafricano è determinato a portare avanti il caso presso l'ICJ e che gli avvocati sudafricani lavoreranno nei prossimi mesi insieme al Ministero della Giustizia in vista della prossima tornata di argomentazioni davanti alla Corte, che a fine gennaio si è pronunciata su questa causa e ha ordinato a Israele di prendere tutte le misure possibili per prevenire il genocidio a Gaza.

Ha inoltre stabilito che Israele deve prevenire e punire l'incitamento diretto al genocidio nell'enclave palestinese, è obbligato a consentire l'ingresso di aiuti umanitari nella regione e, entro un mese, a riferire alla Corte sulle azioni che sta intraprendendo per conformarsi alla decisione della Corte.

"Non dobbiamo fermarci. Non dobbiamo avere paura. Con il sostegno della popolazione di Città del Capo e del Sudafrica in generale, credo che avremo la forza di portare a termine questo importante compito".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti