Senato Usa vota per abolire l'autorizzazione alla guerra in Iraq

Senato Usa vota per abolire l'autorizzazione alla guerra in Iraq

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ieri, il Senato degli Stati Uniti ha votato, con 66 voti a favore e 30 contro, per abrogare l'Autorizzazione per l'uso della forza militare (AUMF) del 2002 che consentì all'ex presidente George W. Bush di lanciare un'invasione militare dell'Iraq con la falsa affermazione che il paese possedesse armi di distruzione di massa (WMD).

Il disegno di legge è ora diretto alla Camera dei rappresentanti a guida repubblicana, dove non è chiaro se i legislatori lo sottoporranno al voto.

"Il Congresso ha abdicato per troppo tempo ai suoi poteri all'esecutivo", ha lamentato il senatore Tim Kaine, che negli ultimi anni è stato l'autore degli sforzi del Senato per abrogare l'AUMF iracheno. "I presidenti possono fare del male se ci sono autorizzazioni obsolete sui libri", ha aggiunto.

Se il disegno di legge passerà ai voti della Camera dei rappresentanti - e sarà firmato dal presidente Joe Biden - sarà la prima abrogazione di un'autorizzazione di guerra dal 1974 .

Tuttavia, proprio la scorsa settimana, il Senato degli Stati Uniti ha votato in modo schiacciante contro l'abrogazione dell'originale AUMF, che è stato convertito in legge il 18 settembre 2001 da George W. Bush in risposta agli attacchi dell'11 settembre e ha consentito ai presidenti degli Stati Uniti di lanciare interventi militari senza l’approvazione del Congresso.

Secondo il Congressional Research Service, l'AUMF del 2001 è stato utilizzato per giustificare più di 40 interventi militari in almeno 22 paesi.

Negli anni successivi al 2001, il Congresso degli Stati Uniti ha anche approvato le cosiddette "autorità di cooperazione per la sicurezza " (SCA) che hanno consentito al Pentagono di schierare segretamente truppe e condurre guerre segrete in decine di paesi in tutto il mondo.

Secondo un rapporto del Brennan Center for Justice della New York University School of Law, lo SCA consente al Pentagono di “addestrare ed equipaggiare forze straniere ovunque nel mondo” e di “fornire supporto a forze straniere, paramilitari e privati ??che sono a sua volta sostenendo le operazioni antiterrorismo degli Stati Uniti”, con un limite di spesa di $ 100.000.000 per anno fiscale.

Di conseguenza, in dozzine di paesi, questi programmi sono stati utilizzati come trampolino di lancio per le ostilità, con il Pentagono che si è rifiutato di informare il Congresso o l’opinione pubblica statunitense sulle loro operazioni segrete.

"Ricercatori e giornalisti hanno scoperto programmi [SCA] non solo in Afghanistan e Iraq, ma anche in Camerun, Egitto, Kenya, Libano, Libia, Mali, Mauritania, Niger, Nigeria, Somalia, Siria, Tunisia e Yemen", si sottolinea nel rapporto.

Christopher C. Miller, ex capo ad interim del Pentagono, ha affermato nel suo libro di memorie pubblicato il mese scorso che gli Stati Uniti dovrebbero essere ritenuti responsabili delle guerre fallite in Iraq e Afghanistan.

"Il complesso militare-industriale degli Stati Uniti è diventato un mostro dalla testa di idra con quasi nessun controllo sulla macchina da guerra americana", ha scritto Miller.

In  un'intervista  rilasciata a The Hill , Miller ha aggiunto: "Abbiamo invaso una nazione sovrana, ucciso e mutilato molti iracheni e perso alcuni dei più grandi patrioti americani che siano mai vissuti, tutto per una dannata bugia".

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti