Riconoscimento della Palestina, Israele richiama i suoi ambasciatori in Spagna, Irlanda e Norvegia

Riconoscimento della Palestina, Israele richiama i suoi ambasciatori in Spagna, Irlanda e Norvegia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dopo l’annuncio di Irlanda, Spagna e Norvegia di riconoscere lo Stato di Palestina, la reazione di Israele è stata immediata.

Il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz, infatti, nell’immediato dell’annuncio, ha anch’egli annunciato sul suo account X di aver ordinato "il ritiro immediato degli ambasciatori israeliani in Irlanda e Norvegia per procedere a consultazioni alla luce della decisione di questi paesi di riconoscere lo Stato di Palestina".

Poco dopo è stato riferito che Katz ha richiamato per consultazioni anche l'ambasciatore del Paese in Spagna.

"Invio un messaggio chiaro e inequivocabile all'Irlanda e alla Norvegia: Israele non resterà in silenzio di fronte a coloro che minano la sua sovranità e mettono in pericolo la sua sicurezza", ha dichiarato la cancelliera, che ha definito "distorto" il passo compiuto da questi paesi. "

Allo stesso modo, Katz ha assicurato che "ci saranno conseguenze più gravi " e ha avvertito che "una misura simile sarà presa" contro la Spagna "se realizzerà la sua intenzione di riconoscere lo Stato di Palestina".

"La follia irlandese-norvegese non ci ferma. Siamo determinati a raggiungere i nostri obiettivi: ripristinare la sicurezza dei nostri cittadini, smantellare Hamas e riportare a casa gli ostaggi. Non esistono cause più giuste di queste", ha concluso.

Questa mattina, il Primo Ministro norvegese, Jonas Gahr Store, e il Ministro degli Affari Esteri, Espen Barth Eide, hanno annunciato il riconoscimento della Palestina come Stato sovrano da parte del loro paese. La decisione entrerà in vigore il 28 maggio. "Non può esserci pace senza uno Stato palestinese", ha affermato Store, precisando che il riconoscimento non può essere rinviato fino a quando non verrà raggiunta una soluzione pacifica al conflitto.

Il primo ministro irlandese, Simon Harris, ha comunicato che il suo paese riconoscerà formalmente lo Stato di Palestina il 28 maggio, come la Spagna , come già aveva fatto precedentemente in un'apparizione al Congresso il presidente del governo spagnolo, Pedro Sánchez.

--------------------------------------------------------

A GAZA LA SITUAZIONE UMANITARIA E' FUORI CONTROLLO. LA PULIZIA ETNICA DECISA

C'E' UNA ONG, GAZZELLA ONLUS, CHE NON SI ARRENDE A QUESTE BARBARIE E OGNI GIORNO, EROICAMENTE, PORTA BENI DI PRIMA NECESSITA' ALLA POPOLAZIONE STREMATA




L'ANTIDIPLOMATICO E LAD EDIZIONI, INSIEME A Q EDIZIONI, E' IMPEGNATA ALLA RACCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE DI GAZA

ACQUISTANDO IL LIBRO "IL RACCONTO DI SUAAD - PRIGIONIERA PALESTINESE" DAL NOSTRO SITO CONTRIBUIRETE ATTIVAMENTE ALL'INVIO DI AIUTI ALLA POPOLAZIONE DI GAZA

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Autonomia differenziata: perché Mattarella non interviene? di Alberto Fazolo Autonomia differenziata: perché Mattarella non interviene?

Autonomia differenziata: perché Mattarella non interviene?

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti