Putin conferma di aver ricevuto il vaccino nasale russo contro il covid-19

Putin conferma di aver ricevuto il vaccino nasale russo contro il covid-19

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente Vladimir Putin ha annunciato di essere tra le prime persone a cui è stato somministrato il nuovo vaccino pionieristico della Russia contro il Covid-19. La somministrazione è avvenuta attraverso il naso senza ago, come parte della sua reimmunizzazione.

Parlando, oggi, durante una riunione di funzionari governativi, Putin ha confermato di aver ricevuto la formula nasale, insieme a un'iniezione di richiamo.

"Mi hanno chiesto di respirare profondamente e contare fino a tre", ha raccontato il presidente russo, aggiungendo di non aver sentito nulla durante il processo. "Sei mesi dopo la mia vaccinazione, i miei livelli di anticorpi sono diminuiti e gli esperti hanno raccomandato un processo di rivaccinazione", ha spiegato Putin.

La formula nasale è stata sviluppata dall'Istituto Gamaleya di Mosca e si basa sul vaccino di punta del paese Sputnik V. Il capo dell'istituto di microbiologia, Denis Logunov, aveva rivelato che le prime ricerche mostravano che avrebbe potuto ridurre le possibilità di infezione, durante un incontro con Putin domenica.

Secondo Logunov, l'uso della versione nasale "è un modo conveniente per somministrare un vaccino: è indolore, con un minimo assoluto di effetti collaterali".

Logunov ha, inoltre, precisato che "dopo la vaccinazione primaria [per iniezione], hai l'immunità sistemica, ma dopo un'ulteriore immunizzazione intranasale, crei un'ulteriore barriera immunitaria nel tratto respiratorio superiore".

Gli studi sulla formula dovrebbero essere condotti nel 2022, ha aggiunto.

Putin ha ricevuto la prima delle due dosi di Sputnik V in un appuntamento a porte chiuse con il suo medico a marzo, e da allora ha invitato i russi a seguire l'esempio e a iscriversi al jab. Secondo lui, "non si è verificato un singolo caso grave di complicanze" durante il lancio nazionale del vaccino. "Non c'è nulla di cui aver paura qui " , ha insistito.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Renatino è un crumiro infelice di Giorgio Cremaschi Renatino è un crumiro infelice

Renatino è un crumiro infelice

ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage di Francesco Santoianni ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage

ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti "scoop" di Fanpage

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa di  Leo Essen Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione... di Pasquale Cicalese Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti