Procida, da "isola Covid Free" ad emblema di delirante fallimento

Procida, da "isola Covid Free" ad emblema di delirante fallimento

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Altro che “Isola Covid free” come si millantava a maggio dopo aver vaccinato la stragrande maggioranza della popolazione di Procida. Ora l’isola diventa una specie di lager dopo la sbalorditiva ordinanza della ASL:

<<In considerazione dell'aumento progressivo e costante dei casi Covid in ambito scolastico, con numerosi focolai e di conseguenza numerose classi sia in quarantena che in sorveglianza con testing – si legge sulla comunicazione, protocollata con la data di 9 dicembre 2021 – si dispone la quarantena domiciliare fino al 22/12/2021 (individuando il periodo di 14 giorni a partire dal 7/12/2021, ultimo giorno di frequenza scolastica) di tutte le classi dell'istituto.>>

Ma perché mai chiudere a casa gli oltre 800 ragazzi e bambini della scuola Capraro se solo alcuni tra questi sono risultati positivi? Lo spiega qui la dirigente della ASL che ha firmato la disposizione: <<alla luce della riscontrata frequente tendenza, nella popolazione in età scolare, ad incontri per varie attività extrascolastiche.>>

Al di là dell’allarmismo per spianare la strada al vaccino ai bambini ci sarebbe da domandarsi in quale Stato di Diritto una ASL può decretare gli arresti domiciliari per 800 persone “colpevoli” in potersi incontrare con coetanei. In attesa di qualche interrogazione parlamentare, riportiamo qui la piccata reazione del sindaco di Procida che, comunque, si direbbe disposto ad immolare alle vaccinazioni i bambini dell’isola pur di non perdere l’alloro di “Isola Covid Free”:

<<Abbiamo pianificato per domani un incontro con le forze dell'ordine del nostro territorio per il coordinamento delle attività di controllo sull'emergenza covid. Bisogna alzare ancora la soglia di attenzione e comportarsi tutti di conseguenza.

Ciononostante, pur capendo il momento di massima allerta, non condivido i provvedimenti che vengono presi andando oltre quanto prevedono le regole stabilite.  Se ha un significato l'estromissione dei sindaci dalle decisioni sulle chiusure delle scuole, è perché i provvedimenti devono essere dettati da uno stringente esame tecnico. 

Secondo le circolari,  si dispone la quarantena solo quando ci sono contatti diretti con i positivi. Sono fiducioso che l'Asl farà le valutazioni del caso, fornendo la corretta interpretazione del provvedimento emesso qualche ora fa. Anche perché è obiettivo dei sanitari aumentare le vaccinazioni, coinvolgendo i più piccoli a partire da domenica 19 dicembre. Il covid corre di più tra i non vaccinati, nella nostra realtà ne abbiamo un esempio concreto.>>

 

AGGIORNAMENTO A rendere il tutto ancora più delirante, questa mattina la Asl di Procida ha revocato la quarantena per gli 800 studenti. Resteranno a casa solo i positivi "e i loro contatti"

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti