Posta la foto di un suo soldato con stemma nazista nel Giorno della vittoria. La clamorosa "gaffe" di Zelensky totalmente censurata

Posta la foto di un suo soldato con stemma nazista nel Giorno della vittoria. La clamorosa "gaffe" di Zelensky totalmente censurata

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Lo spettacolo indecoroso e miserrimo dei media filo Nato è arrivato al punto di non ritorno. Nel giorno in cui Zelensky per celebrare la vittoria sul Nazismo posta una foto di un suo soldato con uno stemma nazista, il conduttore di Sky News è costretto a togliere la parola al rappresentante russo che mostrava al pubblico inglese la notizia censurata.

"Il conduttore di Sky News chiede al vice rappresentante delle Nazioni Unite russo Dmitry Polyanskiy del Segretario alla Difesa britannico che paragona le truppe russe ai nazisti, poi LO FERMA dopo che ha tirato fuori un tablet e ha mostrato al pubblico il post Instagram di Zelensky di un soldato ucraino vestito di totenkopf delle SS." Lo riporta su Twiter Wyatt Reed sottolineando come non fosse stato solo Zelensky ma anche il Ministero della Difesa del regime di Kiev ad aver fatto la clamorosa "gaffe" esplicativa.

 

In Italia è stato il Comitato per il Donbass Antinazista ad aver dato la notizia ieri

 



"ZELENSKY POSTA LA FOTO DI UN NEONAZISTA DEL SUO ESERCITO PER RICORDARE LA VITTORIA SULLA GERMANIA NAZISTA, POI CANCELLA TUTTO.

Il messaggio originale di Zelensky per il giorno della vittoria dell'Unione Sovietica sul nazismo, con una foto di un soldato di Kiev con un T0t3nk0pf (un teschio con due ossa incrociate), simbolo usato da diverse unità militari della Germania nazista. Zelensky ha poi rimosso il post sia da Telegram che da Instagram: "Nel giorno della vittoria sul nazismo, stiamo combattendo per una nuova vittoria. La strada per arrivarci è difficile, ma non abbiamo dubbi che vinceremo. Qual è il nostro vantaggio sul nemico? Siamo più intelligenti per via di un libro. Questo è il libro di testo sulla storia dell'Ucraina. Non conosceremmo il dolore se tutti i nostri nemici potessero leggere e trarre le giuste conclusioni".
 
No Zelensky, non siete intelligenti, siete delle marionette in mano agli USA. 
 
 
Provano a riscrivere la storia della prima denazificazione i nazisti di oggi. Saranno spazzati via dalla storia come i loro nonni.
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci di Francesco Erspamer  Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano" di Francesco Santoianni Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi? di Savino Balzano Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

L'attacco al salario e il golpe del 1992 di Pasquale Cicalese L'attacco al salario e il golpe del 1992

L'attacco al salario e il golpe del 1992

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO di Gilberto Trombetta DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti