Peskov: "L'Ucraina ha rifiutato di negoziare"

Peskov: "L'Ucraina ha rifiutato di negoziare"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le autorità ucraine hanno rifiutato di avviare negoziati con la Russia. Lo ha detto questo sabato il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov.

"Ieri, in connessione con le attese trattative con la dirigenza ucraina, il comandante supremo, il presidente della Russia, ha ordinato la sospensione dell'avanzata delle principali forze delle truppe russe". Lo ha detto il portavoce ai giornalisti, affermando che gli scontri che hanno preso posto il venerdì si sono svolte "con gruppi sparuti di nazionalisti".

"Poiché, di fatto, la parte ucraina si rifiuta di negoziare, l'avanzata delle principali forze russe è ripresa questo pomeriggio, secondo il piano dell'operazione", ha proseguito.

Da parte sua, Alexei Arestovich, consigliere dell'Ufficio del Presidente dell'Ucraina, ha confermato al quotidiano ucraino Straná che Kiev ha respinto i negoziati.

"Sì. L'Ucraina ha rifiutato di negoziare. Perché le condizioni che la parte russa ha alterato tramite intermediari non ci soddisfano. Era un tentativo di costringerci alla resa. Abbiamo dato loro un segnale che i termini di un possibile trattato di pace sono possibili alle condizioni di Kiev e non a quelle di Mosca",  ha risposto Arestovich, che ha definito "troppo arroganti" le condizioni presentate da Mosca.

 

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti