N-TV: i dazi anti-cinesi stanno diventando un problema per la Germania

N-TV: i dazi anti-cinesi stanno diventando un problema per la Germania

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Gli Stati Uniti vogliono proteggersi dalle importazioni cinesi a basso costo aumentando i dazi commerciali, ma la politica isolazionista di Washington sta mettendo in allarme Bruxelles, ha osservato il canale televisivo tedesco N-TV. La disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina sta raggiungendo un nuovo livello che potrebbe colpire anche l'industria europea.

Martedì il presidente Joe Biden ha imposto nuove tariffe sulle importazioni dalla Cina per un valore di circa 18 miliardi di dollari. I dazi più alti saranno imposti su semiconduttori, batterie, pannelli solari e minerali di importanza strategica. In precedenza era già stato annunciato l'aumento delle tariffe su acciaio, alluminio e, soprattutto, sulle auto elettriche. È la prima volta che il governo statunitense inasprisce in modo significativo le restrizioni commerciali imposte dal predecessore di Biden, Donald Trump.

Mentre gli Stati Uniti chiudono sempre di più il loro mercato, in Europa crescono le preoccupazioni per un pericoloso effetto di ricaduta. L'aumento delle barriere commerciali potrebbe aumentare la pressione sulle aziende europee, dato che gli esportatori cinesi si rivolgono sempre più al mercato dell'UE. Anche l'Associazione tedesca dell'industria metalmeccanica teme questo effetto.

I prodotti della concorrenza cinese sono già presenti sul mercato in quasi tutti i settori industriali tedeschi e vengono offerti a prezzi molto inferiori al normale livello di mercato. In questo senso, la Germania è particolarmente a rischio. Sta cedendo alla Cina un numero crescente di settori chiave in cui un tempo deteneva una posizione dominante.

Gli esportatori cinesi di macchinari, prodotti chimici e apparecchiature elettriche hanno oggi più successo degli esportatori tedeschi sul mercato mondiale. "Le aziende cinesi stanno guadagnando sempre più quote di mercato anche in Europa, il tradizionale 'terreno di casa' delle aziende tedesche", spiega Jasmin Gröschl, economista europea di Allianz Trade. "Nell'UE, dieci industrie tedesche su undici hanno ridotto la loro quota di mercato delle esportazioni negli ultimi dieci anni".

----

LETTURA CONSIGLIATA

LA TERZA GUERRA MONDIALE? IL FATTORE MALVINAS

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti