Non sono efficaci contro Russia e Cina: USA sospendono produzione dei caccia F-35

Non sono efficaci contro Russia e Cina: USA sospendono produzione dei caccia F-35

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I caccia stealth F-35 rappresentano sicuramente un fiore all’occhiello per l’aviazione militare statunitense. Tuttavia il programma per lo sviluppo dei caccia è stato segnato sin dal suo inizio da intoppi, rallentamenti, problemi mai risolti e costi in costante ascesa. Tanto da divenire quasi insostenibile. 

Adesso arriva un clamoroso stop. Il Pentagono avrebbe deciso di posticipare indefinitamente la produzione del caccia F-35, perché non avrebbe dimostrato la sua efficacia contro aerei e sistemi di difesa aerea russi e cinesi.

Ad affermarlo è un articolo apparso su Bloomberg, come riferisce HispanTv. L’agenzia statunitense scrive che i jet stealth statunitensi F-35 "non hanno ancora dimostrato la loro efficacia contro i più impegnativi sistemi di difesa aerea e aerei russi e cinesi".

Il media statunitense, citando una fonte del Dipartimento della Difesa USA (il Pentagono), sottolinea che le sfide tecniche e l'impatto devastante della nuova pandemia di coronavirus, che causa il COVID-19, hanno rinviato i test del “sistema d'arma più costoso d'America”, un programma dal valore di circa 398 miliardi di dollari.

Ellen Lord, sottosegretario al Pentagono per gli acquisti e la manutenzione, ha spiegato a Bloomberg che la nuova data per i sofisticati test del sistema d'arma dell'F-35 "sarebbe basata su una revisione tecnica indipendente". Ha anche sottolineato che quando arriverà quel momento i tecnici procederanno a controllare il sistema d'arma dell'aereo in un sofisticato simulatore presso la Patuxent River Naval Air Station nel Maryland.

Quando i test saranno effettuati, con la possibilità che non vengano realizzati, ha aggiunto Lord, ci vorranno altri due o tre mesi per trasferire e analizzare i dati e poi scrivere un rapporto finale che sarà consegnato al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Pentagono) e il Congresso degli Stati Uniti.

Ciò significa che passeranno mesi prima che la nuova squadra del presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden al Pentagono abbia tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione sulla piena produzione dell'F-35, i cui aerei sono prodotti dalla compagnia Lockheed. Martin Corp., che ha già consegnato più di 600 dei 3.200 velivoli commissionati dall'amministrazione statunitense.

Un ulteriore passo falso in un progetto che nonostante l’ottima stampa di cui gode in praticamente tutto il mondo non è mai riuscito a convincere del tutto. I costi solo elevatissimi, così come molte sono ancora le incognite. 

 

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra