Mosca: armi occidentali inviate in Ucraina vendute al mercato nero

Mosca: armi occidentali inviate in Ucraina vendute al mercato nero

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In tutti i conflitti dove c’è l’occidente che mette il suo zampino con l’invio di armi, facilmente finiscono sul mercato nero, a gruppi terroristici o alla criminalità organizzata.

Lo scrisse anni fa il reporter di guerra Robert Fisk quando l’allora Presidente Usa Barack Obama inviò 500 milioni di dollari di armi ai sedicenti “ribelli moderati” siriani. Queste armi furono vendute all’ISIS e alle varie diramazioni di al Qaeda.

Intanto, la Russia denuncia attraverso il ministro della Difesa, il generale dell'esercito Sergey Shoigu che l'Occidente cerca di trascinare il conflitto in Ucraina ed è per questo che continua a fornire forniture di armi su larga scala a Kiev.

"Sperando di prolungare il conflitto in Ucraina, l'Occidente collettivo continua a fornire forniture di armi su larga scala al regime di Kiev".

Non solo, secondo Shoigu, oltre 28.000 tonnellate di carichi militari sono già state consegnate in Ucraina.

Il ministro della Difesa russo ha anche affermato che alcune delle armi fornite dall'Occidente al regime di Kiev stavano entrando in Medio Oriente e nel mercato nero.

"Secondo le informazioni disponibili, alcune armi straniere che l'Occidente sta consegnando all'Ucraina si stanno diffondendo nella regione del Medio Oriente e stanno anche entrando nel mercato nero", ha avvertito.

Gli Stati Uniti sono uno dei paesi che prestano assistenza militare a Kiev. Washington ha incanalato circa 6,9 miliardi di dollari di aiuti militari dall'inizio dell'operazione militare speciale della Russia in Ucraina a febbraio e circa 8,8 miliardi di dollari dal 2014.

Il 30 giugno, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato che Washington avrebbe escogitato un altro pacchetto di aiuti militari per l'Ucraina nei prossimi giorni, per un valore di oltre 800 milioni di dollari.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti