L'OPCW censura i critici del suo falso report sul presunto attacco chimico in Siria

L'OPCW censura i critici del suo falso report sul presunto attacco chimico in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ogni giorno appaiono ulteriori prove che dimostrano le pratiche illegali dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) con l'obiettivo di nascondere la verità sul presunto attacco chimico a Douma, nei pressi di Damasco, nel 2018 che scatenò un attacco contro il paese arabo di Francia, Usa e Gran Bretagna.

Gli alti funzionari dell'organizzazione non solo hanno nascosto le conferme degli esperti di tossicologia su quanto accaduto, ma le hanno sostituite con un rapporto che ha distorto i fatti. Oltre a lanciare campagne diffamatorie contro questi esperti, secondo il portale Grey Zone.

Il giornalista Aaron Mate assicura in un articolo pubblicato da questo sito che l'OPCW ha avviato un'indagine volta a screditare gli esperti che hanno messo in dubbio le loro pratiche e hanno ratificati rapporti sull'attacco.

Ha precisato che la campagna contro questi scienziati da parte dell'OPCW fa parte di una serie di menzogne ??e pratiche ingannevoli messe in atto dalla direzione dell'organizzazione per rovinare le indagini sul presunto attacco a Douma e produrre rapporti in merito al servizio dell'organizzazione e dei suoi operatori dei paesi occidentali che sostengono i terroristi in Siria.

Secondo Gray Zone, la manipolazione dell'amministrazione dell'OPCW è iniziata dopo l'emissione di un rapporto in cui gli ispettori che hanno indagato sul presunto attacco chimico a Douma hanno confermato che non c'erano prove che fosse stato fatto con armi chimiche, di fatto minando le accuse lanciate da i governi di Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia per lanciare la loro aggressione contro la Siria il 14 aprile 2018.

Una precedente fuga di notizie da un funzionario dell'Organizzazione ha rivelato che l'amministrazione OPCW ha lanciato un attacco doloso e imperfetto contro due ispettori perché hanno dimostrato la falsità della versione ufficiale dell'organizzazione riguardo al presunto incidente della Duma, che è stato sfruttato da alcuni paesi che supportano i terroristi per lanciare una campagna denigratoria contro l'esercito arabo siriano.

Nonostante tutti questi fatti e documenti trapelati sull'organizzazione e le sue pratiche ingannevoli, il suo direttore, Fernando Arias González, ha insistito durante una sessione del Consiglio di sicurezza lo scorso giugno, per presentare bugie e coprire lo scandalo dei rapporti falsi fatti dall'organizzazione sul presunto attacco di Douma.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti