Lacrime e deflazione salariale: 30 anni e non sono ancora sazi

Lacrime e deflazione salariale: 30 anni e non sono ancora sazi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In Italia veniamo da 30 anni di deflazione salariale e taglio della spesa pubblica.
 
A cui adesso si è aggiunta un'inflazione esogena (cioè importata) simile a quella causata dalle due grandi crisi petrolifere degli anni 70.
Solo che non abbiamo più né la scala mobile né la sovranità (monetaria e fiscale).
 
Qual è quindi la soluzione?
 
«Niente aumento dei salari e niente spesa pubblica aggiuntiva».
 
Se mai ce ne fosse bisogno, Visco ci ricorda che noi il nemico lo abbiamo innanzitutto in casa.
 
Il Governo Draghi, prono ai diktat della Commissione Europea (a sua volta prona ai diktat americani, in una tragica matrioska di servilismo), continua con le sanzioni alla Russia che danneggiano chi le impone (Italia e Germania su tutti).
 
Con l'annuncio dell'embargo dei 2/3 dell'import di gas russo, rischiano di diventare disoccupati circa 10.000 lavoratori (come se di disoccupati e sottoccupati ne avessimo pochi).
 
Intanto continua a crollare la manifattura italiana, che anche a maggio è scesa (passando da 54,5 di aprile a 51,9).
 
A risollevarci il morale ci pensa per fortuna Conte, che spera nel PD per il problema salari.
 
Che sarebbe come dire che uno si affida al fuoco per spegnere un incendio.
 
Perché, vale sempre la pena ricordarlo, il PD è il nemico numero uno dell'Italia, in generale, e dei lavoratori, in particolare.
 
Loro i salari lavorano solo per tagliarli.
 
Insomma, come diceva Flaiano, «in Italia la situazione politica è molto grave ma purtuttavia non è seria».
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Gilberto Trombetta

Gilberto Trombetta

43 anni, giornalista politico economico e candidato Sindaco di Roma con la lista Riconquistare l'Italia del Fronte Sovranista Italiano

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti