La Turchia sviluppa i propri siluri leggeri in sostituzione degli MK46 statunitensi

La Turchia sviluppa i propri siluri leggeri in sostituzione degli MK46 statunitensi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le recenti sanzioni imposte dagli Stati Uniti alla Turchia non sembrano al momento aver sortito un particolare effetto negativo su Ankara. 

Come scrive il quotidiano Daily Sabah l’industria della difesa turca, che ha avuto un 2020 produttivo, punta a chiudere l'anno alla grande, annunciando molti altri nuovi progetti.

Il presidente della Presidenza delle industrie della difesa (SSB) Ismail Demir ha annunciato domenica il lancio di un progetto di sviluppo di siluri da 324 millimetri per soddisfare le esigenze della marina turca di siluri leggeri (LWT).

Il capo delle SSB ha detto che il siluro sarà progettato e prodotto dall'appaltatore della difesa Roketsan con il nome del progetto, Orka. Il gigante della difesa Aselsan sarà un subappaltatore nel progetto.

"Stiamo vivendo l'emozione di un nuovo progetto negli ultimi giorni del 2020”, ha rivelato Demir su Twitter.

Roketsan ha anche condiviso una dichiarazione sull'account Twitter della società, dicendo che il progetto Orka è stato lanciato sotto la guida di SSB, per garantire la sicurezza della "Patria Blu", l'area che fa parte delle rivendicazioni territoriali di Ankara nel Mediterraneo orientale.

Il progetto eliminerà la dipendenza esterna della Turchia dai siluri e in particolare dagli LWT. Il siluro sviluppato localmente può sostituire l'MK46 fabbricato negli Stati Uniti, un siluro da guerra anti-sommergibile leggero e l'MK54 LWT.

Orka supporterà diverse piattaforme, inclusi elicotteri e velivoli da pattugliamento navale inizialmente, e veicoli aerei senza pilota (UAV) in futuro.

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti