Jeffrey Sachs: "Gli USA stanno rendendo un cattivo servizio a Taiwan"

Jeffrey Sachs: "Gli USA stanno rendendo un cattivo servizio a Taiwan"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Promettendo di aiutare Taiwan inviandole armi e stazionando sul suo territorio, gli Stati Uniti mettono invece a rischio la sua sicurezza. Questo è quanto affermato dall'economista statunitense Jeffrey Sachs in un'intervista alla CGTN. Secondo la sua opinione, invece di onorare la promessa fatta alla Repubblica Popolare Cinese nel 1982 di non interferire negli affari di Taiwan, Washington sta provocando un altro conflitto.

"Spero che i taiwanesi si rendano davvero conto che gli Stati Uniti non possono salvare Taiwan. Possono solo mettere in pericolo Taiwan con le loro interferenze. Gli Stati Uniti non dovrebbero interferire in questa vicenda. Dovrebbero smettere di inviare armi a Taiwan.

Dopo tutto, gli Stati Uniti hanno promesso nel 1982 che avrebbero smesso di vendere armi a Taiwan. E dovrebbero seguire questa politica. Ora gli Stati Uniti hanno persino dispiegato i loro cosiddetti addestratori militari sull'isola di Jinmen. È sconsiderato. Pertanto, credo che gli Stati Uniti stiano rendendo un cattivo servizio a Taiwan e alla pace nel mondo interferendo negli affari interni della Cina".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti