Inginocchiatevi per il bracciante di Lecce

Inginocchiatevi per il bracciante di Lecce

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La questione razziale non esiste. Insisto su questo punto. Solo un'esigua minoranza di imbecilli e di ignoranti da compatire può credere che esista una razza umana inferiore ad un'altra. 
Esiste invece una enorme questione di classe. Dove i negr* siano essi di pelle nera che di pelle bianca o gialla vengono sfruttati fino al completo sfinimento, fino a rimanerci morti. Questo qui è solo l'ultimo esempio, nei campi di pomodori ci sono morti di fatica bianchi e neri, maschi e femmine. 

Dall'altro lato abbiamo ricchissimi che mistificano e manipolano, facendo concentrare l'opinione pubblica su baracconate assurde. Dove i buana (di carnagione bianca e di carnagione nera, come i tanti calciatori straricchi di etnia africana) si producono in baracconate idiote come questa coglionata dell'inginocchiarsi. Così come le femminare (generalmente donne privilegiate e borghesi, con lavori agevoli) si producono in baracconate cretine e in discorsi imbecilli nella speranza di ottenere avanzamenti di carriera senza merito ma inquantodonne.  E magari sono le prime a vessare (con perfidia femminile) quella che gli lava le scale del condominio. 

Si, i negr* esistono: sono di razza bianca e di razza nera e di entrambi i sessi. Così come esistono i buana, e sono anche essi di razza bianca e nera e di entrambi i sessi.

Io degli inginocchiamenti ipocriti e delle coglionate intersezionali dei buana e delle buanesse me ne batto altamente i coglioni. E mi fanno salire lo stalinismo.

Giuseppe Masala

Giuseppe Masala

Giuseppe  Masala, nasce in Sardegna nel 25 Avanti Google, si laurea in economia e  si specializza in "finanza etica". Coltiva due passioni, il linguaggio  Python e la  Letteratura.  Ha pubblicato il romanzo (che nelle sue ambizioni dovrebbe  essere il primo di una trilogia), "Una semplice formalità" vincitore  della terza edizione del premio letterario "Città di Dolianova" e  pubblicato anche in Francia con il titolo "Une simple formalité" e un  racconto "Therachia, breve storia di una parola infame" pubblicato in  una raccolta da Historica Edizioni. Si dichiara cybermarxista ma come  Leonardo Sciascia crede che "Non c’è fuga, da Dio; non è possibile.  L’esodo da Dio è una marcia verso Dio”.

 

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...