Il messaggio di Roger Waters all'Onu

Il messaggio di Roger Waters all'Onu

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il leggendario co-fondatore dei Pink Floyd, Roger Waters, è intervenuto questo pomeriggio in videoconferenza in una sessione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sul conflitto ucraino su richiesta della parte russa.

Nel suo discorso il musicista si è scagliato contro  il complesso industriale militare a scopo di lucro evidenziando il devastante impatto della guerra, sia sulle persone che sull'ambiente.

In merito alla guerra in corso tra la Russia e l'Ucraina, Waters ha definito l’operazione militare russa in Ucraina come "illegale", ma ha anche ricordato che "non è stata non provocata". Ed ha aggiunto: “Quindi condanno anche i provocatori nei termini più forti possibili.”

Inoltre, ha invitato i leader delle parti coinvolte nel conflitto, compresi quelli di Stati Uniti e NATO, a porre immediatamente fine alle ostilità. "[Il presidente degli Stati Uniti Joe] Biden, [il presidente russo Vladimir] Putin, [il presidente ucraino Vladimir] Zelensky, gli Stati Uniti, la NATO, la Russia, l'UE, tutti voi per favore cambiate rotta ora, accettate un cessate il fuoco in Ucraina oggi".

Parlando a nome dei "milioni senza voce", Waters ha concluso: "Grazie per l'ascolto di oggi, ci sono troppi di noi che non condividono i profitti dell'industria bellica. Non alleviamo volentieri i nostri figli e le nostre figlie perché servano come carne da cannone. A nostro avviso, l'unica mossa sensata oggi è chiedere un cessate il fuoco immediato in Ucraina. Senza se e senza ma. Non un'altra vita ucraina o russa dovrebbe essere sprecata: sono tutte preziose ai nostri occhi".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?  di Leonardo Sinigaglia Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

I più fessi d'Europa di Gilberto Trombetta I più fessi d'Europa

I più fessi d'Europa

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti