Il Giappone attende i nuovi caccia F-35 e intanto 'rottama' i vecchi F-4 Phantom

Il Giappone attende i nuovi caccia F-35 e intanto 'rottama' i vecchi F-4 Phantom

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il Giappone attende i caccia stealth F-35 acquisiti dagli Stati Uniti e intanto ‘rottama’ i vecchi caccia F-4. Il primo ordine di questi velivoli - F-4 Phantom - prodotti dagli Stati Uniti risale all’ormai lontano 1968. Le prime consegne avvennero nel 1972. L'aereo è stato una parte importante del JASDF ed è ora in pensione dai suoi doveri di combattimento, ma continuerà a servire l’aviazione militare del Sol Levante nell’area Sviluppo e Test, scrive The EurAsian Times. 

 

La cerimonia si è svolta presso la base dell'aeronautica militare di Hyakuri, a circa 50 miglia a nord est di Tokyo. La base aerea è anche la sede dello squadrone 301 Hikotai, l'ultima unità operativa della JASDF ad avere in forza gli F-4.

 

Lo squadrone è stata la prima unità dell'aeronautica militare a pilotare l'aereo. Funzionari senior JASDF, rappresentanti della base aerea e vari comandanti di squadriglia hanno partecipato all'evento.

 

L'unità sarà ora equipaggiata con gli ultimi caccia americani di quinta generazione F-35A e sarebbe il secondo squadrone ad essere equipaggiato con l'aereo dopo il 302 Hikotai, fondato a Misawa nel marzo 2019.

 

Simile al 301 Hikotai, questo squadrone era anche uno degli ultimi squadroni rimasti degli F-4 Phantoms con base a Hyakuri AFB e passò alla nuova base con i nuovi jet da combattimento.

 

L'arrivo dell'F-4EJ del servizio (basato sul servizio americano F-4E) ha visto anche l'istituzione della produzione industriale di licenze industriali dell'aereo quando Mitsubishi ha iniziato a lanciare le cellule e ne ha costruite 138.

 

È interessante notare che l'ultimo Phantom mai prodotto (su 5.195 mai prodotti a livello globale) è stato realizzato anche tramite Mitsubishi Heavy Industries il 21 maggio 1981. "The Final Phantom" ha servito con il 306° Tactical Fighter Squadron e successivamente è stato trasferito al 301° Hikotai.

 

Il JASDF ha anche operato varianti da ricognizione disarmate del velivolo, designate RF-4E / EJ, e ha ritirato il suo ultimo squadrone (il 501° Tactical Reconnaissance Squadron) il 9 marzo 2020. Il ritiro degli F-4 con il 301° Hikotai era previsto in precedenza per il 2021, ma la data è stata anticipata con l'annuncio della cerimonia il 20 novembre 2020.

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti