H1: Bitcoin: Sfide e opportunità della criptovaluta più popolare al mondo

H1: Bitcoin: Sfide e opportunità della criptovaluta più popolare al mondo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Bitcoin, la più nota criptovaluta al mondo, è stata introdotta nel 2009 e gradualmente è entrata nell’immaginario collettivo per la sua potenziale redditività. Tuttavia, parlare di Bitcoin esclusivamente in prospettiva di un investimento è un errore.

Il valore di BTC al di sopra dei €20,000 continua ad attirare risparmiatori ed investitori. Ma Bitcoin è solo il suo prezzo o c’è di più?

Non c’è dubbio che Bitcoin presenti tutti i caratteri di un asset finanziario, tuttavia ha delle caratteristiche uniche e delle proprietà che lo rendono interessante sotto molteplici punti di vista e casi d’uso.

Qual’è quindi il futuro di Bitcoin?

Quello che è si inizia ad intravedere in maniera graduale ed inesorabile (anche in Italia) è una crescente adozione di BTC, principalmente nelle funzioni di mezzo di pagamento e come riserva di valore. Infatti, Bitcoin si presta ad essere una valida alternativa alle valute tradizionali e agli asset più popolari: oro, azioni, commodities e persino immobili.

Quello che possiamo immaginare è che l’adoziona cresca e Bitcoin diventi più accettato ed utilizzato. Proprio in maniera simile ad internet, Bitcoin entrerà nelle nostre vite.

Ma quali utilizzi si prospettano?

Innanzitutti i pagamenti quotidiani. Bitcoin potrebbe diventare un metodo di pagamento per le spese quotidiane più comuni. Spesa, trasporto, acquisto di beni e servizi online e così via. Anche le aziende e i professionisti accetteranno il saldo dei pagamenti in BTC. Questo già succede in Italia in diverse attività che accettano Bitcoin per i pagamenti.

Inoltre, data la natura digitale di BTC, questa moneta verrà utilizzata anche per transazioni internazionali, consentendo pagamenti più rapidi e meno costosi rispetto alle opzioni dei circuiti attuali (Visa, Mastercard, SWIFT, etc.)

L’altra importante utilità di Bitcoin, che già è visibile oggi ma che emergerà in maniera più evidente nei prossimi anni è quella di riserva di valore a lungo termine. In maniera simile all’oro, Bitcoin oggi offre un’alternativa all’erosione di valore data dall’inflazione delle valute governative..

Bitcoin verrà quindi gradualmente utilizzato per proteggere il potere d'acquisto a lungo termine. Tale funzione verrà adottata sia dai singoli cittadini che dalle aziende o dalle multinazionali, soprattutto quelle con grandi riserve di denaro contante. Un esempio di tale funzione è Microstrategy, una multinazionale che da 3 anni circa ha reso Bitcoin il principale asset della tesoreria aziendale.

 
Tuttavia, questo quadro idilliaco presenta diverse sfide ed ostacoli.

In primis, la scalabilità.

Bitcoin è stato progettato per gestire un numero limitato di transazioni al secondo. Inoltre, il protocollo non può essere cambiato con semplicità. Tuttavia stanno emergendo già delle soluzioni che scalano Bitcoin su protocolli superiori, come ad esempio Lightning Network. Prima che Bitcoin venga adottato a livello globale, dunque, il protocollo deve evolvere, così come il suo ecosistema circostante.

L’altro grande ostacolo all’adozione di Bitcoin è la regolamentazione. A livello globale è assente una regolamentazione uniforme. Inoltre, è difficile applicare leggi e normative esistenti perchè questa criptovaluta presenta caratteri unici nel suo genere. Alla difficile regolamentazione, bisogna poi aggiungere l’atteggiamento ostile delle istituzioni che continuano ad esprimersi contro Bitcoin e le criptovalute.


Tuttavia, la sfida maggiore sarà l’accettazione e la fiducia da parte degli individui
verso la tecnologia e le sue possibilità. Sebbene Bitcoin, come le altre criptovalute, siano ormai nell’immaginario collettivo per il loro prezzo, è altrettanto evidente lo scetticismo  generalizzato. Inoltre, molti considerano le criptovalute dei meri asset speculativi, e non delle tecnologie che risolvono problemi.

Nonostante questo, è improbabile che queste tecnologie escano dalla nostra vita. Proprio come internet è cresciuto in maniera lenta ed inesorabile, qualcosa simile potrebbe accadere con Bitcoin e qualche altra criptovaluta. Come scrisse Viktor Hugo ‘Niente è più forte di un'idea il cui tempo sia venuto.”

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti