Grazie all'esperienza in Siria, i militari russi sviluppano un sistema per rilevare gli attentatori suicidi tra la folla

Grazie all'esperienza in Siria, i militari russi sviluppano un sistema per rilevare gli attentatori suicidi tra la folla

Il nuovo sistema include una serie di sensori, software e dashboard di un operatore mobile, secondo lo sviluppatore

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


I militari del quinto reggimento scientifico delle forze di terra russe hanno sviluppato un sistema per rilevare le cosiddette cinture suicide nelle aree affollate, utilizzando l'esperienza acquisita in Siria. Il nuovo sistema è presentato al forum militare e tecnico internazionale Army-2020.
 
Il nuovo sistema include una serie di sensori, software e il dashboard di un operatore mobile. È in grado di rilevare cinture suicide e ordigni esplosivi improvvisati (IED), pieni di schegge, su vaste aree: in luoghi di eventi di massa, luoghi affollati, posti di blocco e infrastrutture di trasporto.
"Se c'è un attentatore suicida in mezzo alla folla, il sistema lo rileverà grazie alla firma di radiofrequenza unica, caratteristica solo delle cinture suicide o IED.
 
L'operatore riceverà informazioni sulla posizione dell'oggetto, la sua distanza dal sensore più vicino e - in caso di bersagli in movimento - sul movimento del bersaglio, che consentirebbe all'operatore di suonare un allarme e dare il comando di neutralizzare la minaccia ", hanno spiegato a TASS un rappresentante del 5° reggimento scientifico e uno degli sviluppatori del sistema.
Secondo lo sviluppatore, la creazione del sistema è stata suggerita dall'esperienza siriana.
 
"Il lavoro è iniziato circa 3 anni fa, quando i nostri militari hanno rilevato e sequestrato un gran numero di cinture e IED durante il trasporto di miliziani, il rimpatrio dei rifugiati e le operazioni di disinnesco delle mine", ha ricordato lo sviluppatore.
 
Le cinture suicide sequestrate e gli ordigni esplosivi improvvisati sono stati studiati e catalogati; questo ha portato alla scoperta di caratteristiche uniche per gli esplosivi improvvisati. "Ad esempio, il nostro sistema non confonderà mai un terrorista con un uomo che porta una borsa di bulloni da un negozio", ha precisato lo sviluppatore.
 
Ha sottolineato che il sistema finalizza i suoi test e sarà presto spedito a un'agenzia di sicurezza.
 
Reggimenti scientifici
 
Attualmente ci sono 17 reggimenti scientifici in Russia, che coinvolgono oltre 650 persone. Ci sono anche quattro reggimenti scientifici e di produzione, che coinvolgono oltre 200 persone.
Il forum tecnico-militare internazionale Army-2020 si è aperto al centro congressi ed esposizioni Patriot il 23 agosto e durerà fino al 29 agosto. Sono in corso alcune dimostrazioni presso il poligono di tiro Alabino, la base aerea di Kubinka e il poligono di Ashuluk nella regione di Astrakhan. Gli organizzatori del forum attendono ospiti da circa cento paesi. Più di 1.500 organizzazioni e produttori presenteranno circa 28.000 oggetti esposti. Saranno esposti quasi 700 pezzi di armi moderne e altre attrezzature militari.
 
 
 

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La guerra non conviene, mai! di Michele Blanco La guerra non conviene, mai!

La guerra non conviene, mai!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti