Gli Stati Uniti "ritireranno" l'intera flotta di caccia F-15 dal Giappone. Arrivano gli F-22 stealth?

Gli Stati Uniti "ritireranno" l'intera flotta di caccia F-15 dal Giappone. Arrivano gli F-22 stealth?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

Il Pentagono prevede di sostituire l'intera flotta di caccia F-15 (almeno 50 unità), di stanza stabilmente nell'isola di Okinawa in Giappone, con velivoli "a rotazione” entro la fine del prossimo anno. Gli analisti quindi ipotizzano che questa mossa possa incoraggiare la Cina a rafforzare ulteriormente la sua presenza nella regione. 

Le uniche unità di F-15C/D Eagle dell'USAF al di fuori degli Stati Uniti si trovano nella base aerea di Kadena, sull'isola giapponese di Okinawa. Secondo un articolo del Financial Times, le attuali unità permanenti saranno sostituite da distaccamenti di caccia a rotazione. 

Gli Eagles dell'US Air Force sono atterrati per la prima volta a Kadena nel settembre del 1979 e da quel momento i caccia sono rimasti di base sull’isola giapponese. Secondo alcune fonti 'obiettivo è quello di mandare in pensione due squadroni di F-15 Eagles, ormai obsoleti, come parte di un più ampio "programma di modernizzazione". 

La decisione potrebbe anche essere legata alla proposta di ridurre le acquisizioni previste di caccia F-15EX Eagle II da almeno 144 a circa 80 esemplari. Tuttavia, il generale Kenneth Wilsbach, comandante delle Forze aeree del Pacifico, aveva già designato Kadena come la sua prima scelta per ricevere gli F-15EX.

Secondo Wilsbach, i due squadroni di F-15C/D che attualmente volano dalla base potrebbero essere sostituiti con l'Eagle II.

In occasione di un evento dell'Istituto Mitchell per gli studi aerospaziali, Milsbach ha dichiarato: "L'uso che intendiamo farne, se saremo così fortunati da ottenere la sostituzione, è la superiorità aerea e alcune capacità di armamento a lungo raggio che si possono ottenere con l'F-15EX".

Tuttavia, le possibilità di dislocare gli F-15EX a Kadena sono diminuite, poiché il numero di velivoli sarà probabilmente limitato a 80.

Nel frattempo, alcuni funzionari del Pentagono e del governo giapponese hanno espresso preoccupazione per l'ultima decisione, poiché l'aeronautica militare non prevede di sostituirli con una presenza permanente in tempi brevi.

"Il messaggio alla Cina è che gli Stati Uniti non sono seriamente intenzionati a invertire il declino delle loro forze militari", ha dichiarato al Financial Times David Deptula, ex vice comandante delle forze aeree del Pacifico e pilota di F-15 in pensione. "Questo incoraggerà i cinesi a intraprendere azioni più drastiche", ha affermato.

L'ex ufficiale del Pentagono Christopher Johnstone, che ora lavora per il think tank CSIS e si occupa di Giappone, ha affermato che il trasferimento è avvenuto nel momento sbagliato. Quando l'attenzione si concentra su Taiwan, "si invia un segnale preoccupante a Tokyo sull'impegno degli Stati Uniti", ha affermato.

A parte, l'isola principale di Honshu ospita la base aerea di Misawa, che ospita anche due squadroni di F-16 dell'aeronautica statunitense. Tuttavia, l'F-15 offre all'USAF una migliore superiorità aerea a lungo raggio che il Viper non può offrire. 

Questa capacità è fondamentale perché gli aerei militari cinesi stanno diventando sempre più attivi nell'area che circonda Taiwan e volano più lontano nel Mar Cinese Meridionale e nel Mar Cinese Orientale.

Il nuovo F-15EX

In sostanza, il concetto F-15EX lega generazioni di innovazione tecnologica nella vecchia cellula F-15. L'F-15EX utilizza il classico telaio F-15 ma incorpora una serie di miglioramenti tecnologici sviluppati nel corso degli ultimi trent'anni.

L'F-15EX, comunemente noto come Strike Eagle on Steroids, è l'ultima versione del famoso aereo da caccia F-15 Eagle. Il nuovo caccia sarebbe dotato di avionica e radar migliori e trasporterebbe più di due dozzine di missili aria-aria.

La versione migliorata di F-15 può trasportare l'intera gamma di armi da attacco aria-aria, aria-terra e marittime. L'aeromobile può impegnare una moltitudine di obiettivi in una determinata missione.

Schieramento degli F-22

Abbiamo visto che un forte candidato sarebbe il caccia erede dell’F-15, come indicano alcuni ex militari statunitensi, tuttavia dopo la partenza degli F-15 da Kadena, la nuova strategia prevede sei mesi di tempo per il dispiegamento di un distaccamento di caccia stealth F-22 provenienti dalla base aerea di Elmendorf in Alaska, che fa parte delle Forze aeree del Pacifico. 

Gli esperti ritengono che l'F-22 sia la scelta più logica per sostituire l'F-15C/D a Okinawa come principale caccia da superiorità aerea dell'Air Force. Tuttavia, l'Air Force ha una flotta limitata di F-22 perché la linea di produzione è stata chiusa nel 2012, e sono molto richiesti per gli impieghi di routine.

A causa dell'acuirsi delle tensioni con la Russia per l'Ucraina, gli F-22 dell'Alaska sono temporaneamente di stanza in Polonia. Secondo l'USAF, la capacità dei Raptor di intraprendere operazioni aria-aria e aria-terra aumenterà drasticamente la potenza bellica lungo il fianco orientale, poiché questa rotazione rafforza lo scudo aereo della NATO, indica The EurAsian Times. 

Inoltre, solo circa la metà degli F-22 è in genere pienamente in grado di compiere missioni in qualsiasi momento. La situazione è aggravata dal fatto che attualmente sono in servizio solo circa 125 F-22 con codici di combattimento. 

Anche se sembra che si tratti di rotazioni "tacco-punta", in cui uno squadrone di caccia arriva a Kadena mentre un altro parte, Deptula ha espresso i suoi dubbi al riguardo in un'intervista al Financial Times.

Alcuni esperti si chiedono inoltre perché gli Stati Uniti decidano di evacuare i caccia da Okinawa, considerando la crescente attività militare della Cina nella regione, in particolare nell'area confinante con Taiwan, dove schiera molti aerei praticamente ogni giorno.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 
 
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica di Michelangelo Severgnini La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente