Gas conteso con il Libano. La richiesta Usa all’Ue per difendere Israele

Gas conteso con il Libano. La richiesta Usa all’Ue per difendere Israele

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ieri, gli Stati Uniti hanno inviato una richiesta speciale ai leader dell'Unione Europea, esortandoli a classificare l'ala politica di Hezbollah come un "movimento terroristico".

Tra le righe i leader dell’Ue sono stati tirati in ballo, in pratica se vogliono il gas di Israele per sostituire quello della Russia, devono darsi una mossa e, probabilmente, entrare in un altro conflitto quando potrebbero mediare.

Intanto, secondo il media israeliano Maariv, gli Stati Uniti sono preoccupati per le tensioni in corso tra Libano e Israele per la disputa marittima e vogliono allertare l'Europa dei pericoli incombenti.

Gli avvertimenti di Hezbollah nei  confronti di Israele hanno scatenato allarmi a Washington che ora tenta di coinvolgere l'Europa per indebolire Hezbollah.

A differenza degli Stati Uniti, l'Europa non classifica il ramo politico di Hezbollah come organizzazione terroristica e ha mantenuto una porta aperta di comunicazione con il blocco politico.

Il 28 luglio la Casa Bianca ha inviato un messaggio al Congresso degli Stati Uniti per dare continuità all’emergenza nazionale dichiarata nell'Executive Order 13441 nei confronti del Libano.

Nell'agosto 2007, l'ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush emise un ordine che prevedeva l'attuazione di un programma di sanzioni al Libano contro qualsiasi partito o individuo che avrebbe minato la sovranità del Libano.

"I continui trasferimenti di armi dell'Iran a Hezbollah, che includono sistemi di armi sempre più sofisticati, servono a minare la sovranità libanese e l'instabilità economica nella regione", recitava il testo del messaggio.

Inoltre, Biden ha classificato le azioni di Hezbollah come "una straordinaria minaccia alla sicurezza nazionale e alla politica estera degli Stati Uniti".

 

 

Il 29 luglio gli Stati Uniti hanno inviato una richiesta speciale ai leader dell'UE, esortandoli a classificare l'ala politica di Hezbollah come un "movimento terroristico".

Secondo Maariv , gli Stati Uniti sono preoccupati per le tensioni in corso tra Libano e Israele per la disputa marittima e vogliono allertare l'Europa dei pericoli incombenti.

La retorica conflittuale di Hezbollah nei  confronti di Israele ha scatenato allarmi a Washington e la nazione sta ora tentando di coinvolgere l'Europa per indebolire Hezbollah.

A differenza degli Stati Uniti, l'Europa non classifica il ramo politico di Hezbollah come organizzazione terroristica e ha mantenuto una backdoor di comunicazione con il blocco politico.

Il 28 luglio la Casa Bianca ha inviato un messaggio al Congresso degli Stati Uniti per continuare l'emergenza nazionale dichiarata nell'Executive Order 13441 nei confronti del Libano.

Nell'agosto 2007, l'ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha emesso un ordine che prevede l'attuazione di un programma di sanzioni al Libano contro qualsiasi partito o individuo che minerebbe la sovranità del Libano.

"I continui trasferimenti di armi dell'Iran a Hezbollah, che includono sistemi di armi sempre più sofisticati, servono a minare la sovranità libanese e l'instabilità economica nella regione", si legge nel messaggio.

Inoltre, Biden ha classificato le azioni di Hezbollah come "una straordinaria minaccia alla sicurezza nazionale e alla politica estera degli Stati Uniti".

Dal 2021, gli Stati Uniti sponsorizzano negoziati non diretti tra Libano e Israele per risolvere una controversia in corso su un confine marittimo tra la linea 1 e 29, sotto la quale ci sono vaste risorse di gas.

Tuttavia, la mancanza di progressi e la riluttanza degli Stati Uniti a svolgere un ruolo di mediazione imparziale hanno spinto Hezbollah a esercitare pressioni su Israele.

Israele dovrebbe iniziare l'estrazione di gas dal territorio conteso a settembre.

"Se l'estrazione di petrolio e gas inizia a settembre prima che il Libano recuperi i suoi diritti, ci stiamo dirigendo verso uno scontro", ha avvertito il capo di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah in un discorso all'inizio di questo mese.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti