Festa scudetto, Giulio Tarro: "Quando lo dicevo io ero 'negazionista'. Ora ci arriva anche la 'scienza ufficiale'"

Festa scudetto, Giulio Tarro: "Quando lo dicevo io ero 'negazionista'. Ora ci arriva anche la 'scienza ufficiale'"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

50.000 tifosi interisti (senza mascherina) in Piazza Duomo a Milano a festeggiare la vittoria del Campionato. Eppure, stranamente – al di là dei soliti Locatelli, Pregliasco, Galli… che pronosticano ecatombi - i media mainstream a cominciare da Corriere della Sera e Repubblica) scoprono ora che il rischio contagio Covid all’aperto è praticamente irrilevante; teoria che si direbbe sposata anche, addirittura, da  Burioni (“Dico ai tifosi dell’Inter che stanno festeggiando lo scudetto di stare particolarmente attenti se stanno al chiuso”). Ovviamente si rimangeranno tutto a fine estate quando bisognerà additare la movida come responsabile della imminente “quarta ondata”.

Ma è un dato sul quale riflettere.

Su questo e su altro ne abbiamo parlato con il Prof. Giulio Tarro, tra l’altro, autore dell’attuale best seller “Emergenza Covid: Dal lockdown alla vaccinazione di massa. Cosa, invece, si sarebbe potuto - e si può ancora – fare”.

 

 

<<Quando nel giugno di un anno denunciavo i deliri di ineffabili “esperti” che avevano definito “sciagurati” i tifosi del Napoli accalcati per tutta la notte a festeggiare la vittoria della Coppa Italia, nonostante non fu registrato a Napoli alcun aumento dei contagiati, per settimane fui definito, addirittura un “negazionista”. Oggi, dopo l’esperimento in una discoteca di Amsterdam e in un'altra di Liverpool, anche la “scienza ufficiale”, a denti stretti, è costretta ad ammettere che questa storia del contagio in nome della quale ci hanno chiuso per un anno e mezzo non si regge in piedi.>>

 

Qualche “esperto” arriva a dire che è tutto merito di una sorta di “effetto gregge” determinato dalle vaccinazioni. E' possibile?

<<Ma quale effetto gregge? quali vaccinazioni? In Texas dove sono già state revocate tutte le restrizioni anti Covid e dove gli stadi sono pieni, i vaccinati sono appena il 22% della popolazione; stessa cosa in Russia (copertura vaccinale intorno al 10%) e in tanti altri paesi, dove rendendosi conto che il virus è destinato a restare endemico nella popolazione, invece di insistere con fallimentari misure quali lockdown, mascherine e chiusure, hanno riaperto tutto concentrando le energie sulla protezione delle categorie a rischio e sulla medicina domiciliare. Sarebbe il caso, quindi, invertire l’attuale gestione dell’emergenza Covid anche qui da noi. E a tal riguardo ho già prospettato alcune iniziative da intraprendere.>>

 

Invece in Italia…

<<Invece in Italia si arriva a ripristinare l’incredibile direttiva “vigile attesa e Tachipirina” che, si badi bene, dopo la sua sospensiva da parte del Tar, era stata già condannata da un voto al Senato ma che poi è stata imposta di nuovo da un davvero vergognoso ricorso al Consiglio di Stato da parte del Ministero della Salute e dell’Aifa. Da questo punto di vista mi fa davvero piacere la manifestazione di tanti medici, già impegnati a prestare cure domiciliari ai loro pazienti Covid, che si terrà a Roma l’otto maggio.>>

 

Intanto prosegue la campagna vaccinale...

<<Come ho già detto, non solo ritengo opportuna la vaccinazione per le categorie a rischio Covid come gli anziani, ma che io stesso rientrando in questa categoria sto per vaccinarmi. Quello che ritengo invece assurdo è che, in nome di una immunità di gregge impossibile ad ottenersi con gli attuali vaccini si pretende di vaccinare, contro una infezione asintomatica nel 95% dei casi, tutta la popolazione (inclusi i bambini) esponendola così ad inutili rischi.>>

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Le "non persone" di Gaza di Paolo Desogus Le "non persone" di Gaza

Le "non persone" di Gaza

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez di Geraldina Colotti Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura di Michelangelo Severgnini 20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’  di Andrea Puccio LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’ 

LA RUSSIA COSTRUIRA’ UNA RAFFINERIA A CUBA ’ 

La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute di Giuseppe Masala La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute

La crisi del debito Usa, Trump e le criptovalute

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa" di Paolo Arigotti La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"? di Michele Blanco Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"?

Kamala Harris: da conservatrice a "progressista"?

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti