Escalation Nato contro la Russia. Il piano scritto (ad ottobre) dai guerrafondai dell'Atlantic Council

Escalation Nato contro la Russia. Il piano scritto (ad ottobre) dai guerrafondai dell'Atlantic Council

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Laura RU (dal canale Telegram @LauraRUHK)

Lo scorso ottobre i guerrafondai dell'Atlantic Council consigliavano un piano di azione volto a favorire l'escalation del conflitto in Ucraina. Dopo il trasferimento di carri armati, i Paesi della NATO saranno chiamati a fornire aerei da combattimento e missili a lunga gittata in grado di colpire il territorio russo. 


- Mantenere l'attenzione sul sostegno e sul trasferimento di armi a Kiev per permettere all'Ucraina di vincere.

- Aumentare la letalità dell'assistenza militare includendo aerei da combattimento che permettano all'Ucraina di controllare il proprio spazio aereo e di attaccare le forze russe al suo interno; e tecnologia missilistica con una portata sufficiente a raggiungere il territorio russo allo scopo di prevenire ulteriori incursioni interrompendo le linee di rifornimento e distruggendo le forze militari russe, sia in termini di personale che di equipaggiamento.

- Avviare ed espandere la stabilizzazione e la ricostruzione nelle aree controllate dall'Ucraina, concentrandosi sulle aree prioritarie delineate nelle sezioni precedenti, tra cui la creazione di ordine, la fornitura di servizi pubblici e il rafforzamento delle istituzioni di governo locali.

- Creare condizioni favorevoli e percorsi logistici che consentano all'Ucraina di esportare cereali e rivitalizzare la propria economia.

- Rafforzare le difese ucraine in prima linea, vicino alla regione del Donbas. Ciò potrebbe comportare la fornitura di addestramento al combattimento incentrato sul sabotaggio, sull'artiglieria e sulla capacità offensiva per interrompere la logistica della Russia.

- Lavorare a stretto contatto con le organizzazioni regionali e multilaterali per negoziare la neutralità politica dei territori dell'Ucraina controllati dalla Russia (come il Donbas).

- Aumentare i costi economici per la Russia imponendo sanzioni secondarie a tutte le entità che fanno affari con il Cremlino.

- Confiscare i 300 miliardi di dollari che lo Stato russo detiene in conti all'estero negli Stati Uniti e nell'UE e utilizzare le somme sequestrate per finanziare la ricostruzione.

- Addestrare le forze armate ucraine a utilizzare le armi occidentali, addestrarle alla guerra elettronica e cibernetica, sia offensiva che difensiva e integrare le nuove reclute.

- Coordinarsi con la NATO e altri alleati per stabilire canali di comunicazione con l'Ucraina per valutazioni congiunte delle minacce, delle risorse militari e dei piani di emergenza.

(Fonte: Atlantic Council) 

Il neoliberismo e l'idea di giustizia di Francesco Erspamer  Il neoliberismo e l'idea di giustizia

Il neoliberismo e l'idea di giustizia

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Giro d'Italia 2023 e (ancora) sportwashing di Francesco Santoianni Giro d'Italia 2023 e (ancora) sportwashing

Giro d'Italia 2023 e (ancora) sportwashing

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia? di Alberto Fazolo Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia?

Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia?

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota" di Antonio Di Siena La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione! di Gilberto Trombetta La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera di Michelangelo Severgnini Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera

Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera

Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla) di Pasquale Cicalese Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla)

Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla)

Giacarta può essere sconfitta? di Federico Greco Giacarta può essere sconfitta?

Giacarta può essere sconfitta?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California! di  Leo Essen Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

L'internazionalismo nella nuova fase storica di Paolo Pioppi L'internazionalismo nella nuova fase storica

L'internazionalismo nella nuova fase storica

Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola di Damiano Mazzotti Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola

Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola