Donbass, 5 miliziani trucidati. "Gli hanno sparato in testa con fucili di precisione"

Donbass, 5 miliziani trucidati. "Gli hanno sparato in testa con fucili di precisione"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

5 miliziani del Donbass sono stati uccisi a sangue freddo dai sabotatori ucraini.

E' successo nella repubblica di Lugansk, al posto di osservazione della milizia popolare.

Adesso altri 4 bambini del Donbass sono rimasti orfani. Il comunicato del Ministero degli esteri della repubblica sottolinea l'atrocità del delitto:  "ai difensori del Donbass hanno sparato in testa con armi speciali, una delle quali era un fucile da precisione snaiper o da cecchino, di produzione straniera."

Una delle compagnie militari americane ha fornito partite di fucili da precisione al ministero degli esteri dell'Ucraina complete di proiettili e dispositivi per la visione notturna. Inoltre gli specialisti militari statunitensi dal 13 aprile preparano i cecchini per le Forze Armate ucraine.


Il capo della repubblica di Lugansk, Pasecnik ha dichiarato che il brutale delitto è stato deciso ai più alti vertici. Infatti, dopo la visita di Zelenkij al Donbass sul fronte,  si è avuto un inasprimento dei bombardamenti.


L'Ambasciata americana a Kiev scrive: "La Russia diffonde la menzogna che le teste calde a Kiev vogliono il confronto nel Donbass. Gli Stati Uniti approvano il comportamento contenuto e la moderazione dell'Ucraina di fronte all'aggressione della Russia che dura da tanti anni".


Tutti i vostri crimini e delitti verranno contati e ricordati. 


Niente e nessuno sarà dimenticato.


Di Maio, continua ad andare a sostenere e consolare i terroristi criminali ucraini e a deporre cinicamente corone di fiori per i "caduti del Donbass", senza dire la verità! Vergogna!

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

La Stampa parla apertamente di "governo militare" di Thomas Fazi La Stampa parla apertamente di "governo militare"

La Stampa parla apertamente di "governo militare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti