"Chi accende i fornelli è putiniano" e altri deliri della stampa con l'elmetto

"Chi accende i fornelli è putiniano" e altri deliri della stampa con l'elmetto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ma davvero <<I "putiniani" italiani accendono i fornelli per sostenere, con la bolletta del gas, l'armata russa>>?

 

 

 

Pretende di documentarlo TgCom (co-diretto da un ex leader di Lotta Continua e con una redazione di ben 30 giornalisti) rispondendo ad un fantomatico tweet (con il nome e il viso dell’autore significativamente celati) che si direbbe creato apposta per screditare i tanti che oggi si oppongono alla guerra.

Il metodo è ormai collaudato. Basti pensare quali screditati personaggi venivano invitati alla RAI per sostenere la causa dei Serbi ai tempi della guerra alla Iugoslavia (qui il completamento di questa operazione) o a operazioni di intossicazioni mediatica molto più sofisticate.

Ad esempio, quelle messe in atto da agenzie di pubbliche relazioni al soldo di Israele. Che dapprima postano sui social foto “scioccanti”, come quella che appare essere un soldato israeliano che schiaccia il torace di una bambina palestinese (che suscitano una ondata di commenti indignati contro il sionismo) e poi “rivelano” che quella foto era un fake provenendo da una fantomatica “rappresentazione teatrale” organizzata dai palestinesi.

 

 

 

Lo scopo di chi ha diffuso la prima e la seconda foto è duplice: da una parte, dissuadere chiunque a postare sui social foto che documentano la pulizia etnica in Palestina; dall’altra, presentare all’opinione pubblica gli attivisti pro-Palestina come “artefici di Fake news” o allocchi dai quali stare alla larga. E di esempi così se ne potrebbero citare centinaia.

Sfuggono, comunque, a questo destino foto talmente false alle quali sembrerebbe ovvio non possa cascarci nessuno. È il caso del “missile russo caduto nel lavello della cucina” (senza nessun calcinaccio per terra e lasciando intatti persino i bicchieri di vetro) accolto con una generale risata sui social.

 

 

 

Anche la risata della nota influencer Selvaggia Lucarelli? Strano che abbia riportato la “notizia” senza nessun commento ironico. Ma vuoi vedere che l’unica persona in Italia che ha creduto a questa bufala è stata Selvaggia Lucarelli?

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso) di Marinella Mondaini La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti