"È cancel culture. Perché ci temono più dell'AfD?". Sahra Wagenknecht sull'esclusione di ZDF

"È cancel culture. Perché ci temono più dell'AfD?". Sahra Wagenknecht sull'esclusione di ZDF

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La trasmissione "Come sta andando la Germania" su ZDF ha suscitato non poche sorprese tra i telespettatori. La discussione, che avrebbe dovuto includere rappresentanti dei sette partiti rappresentati al Bundestag, ha sollevato interrogativi sulla mancata partecipazione del BSW, la nuova formazione politica fondata e diretta da Sahra Wagenknecht. Questa decisione ha sollevato una serie di polemiche, con il pubblico che chiede spiegazioni sul perché il BSW sia stato escluso dal dibattito.

Secondo quanto riportato, i servizi pubblici avrebbero modificato silenziosamente le regole per escludere il BSW non solo da questa trasmissione, ma anche da altri programmi politici. Una mossa che ha attirato l'attenzione su presunte interferenze nell'equilibrio democratico del dibattito pubblico.

La questione è diventata ancor più controversa considerando che, fino ad ora, la regola era quella di invitare i rappresentanti di tutti i partiti rappresentati al Bundestag a tali trasmissioni. Tuttavia, con il BSW che conta 10 deputati al Bundestag, anche se non costituisce una frazione, ma un gruppo, la sua esclusione ha sollevato domande sul perché altri partiti rappresentati solo come gruppi, come Die Linke, siano stati inclusi mentre il BSW no.

Le spiegazioni fornite dai servizi pubblici non hanno placato le preoccupazioni del pubblico. La modifica delle regole, che ora prevede l'invito solo dei partiti "eletti al Bundestag", sembra mirare esclusivamente al BSW, escludendo altri partiti che, pur non costituendo una frazione, sono rappresentati al Bundestag attraverso le liste di un altro partito.

La decisione dei servizi pubblici di escludere il BSW non solo da questa trasmissione, ma anche da tutte le future trasmissioni politiche, ha suscitato indignazione tra i sostenitori del BSW e della democrazia. La preoccupazione è che questa esclusione possa danneggiare gravemente il processo democratico, limitando la diversità di opinioni rappresentate nel dibattito pubblico.

Sahra Wagenknecht ha criticato la "cancel culture" di ARD e ZDF: "Cancel culture alla ARD e ZDF perché temono il BSW più dell'AfD e lo escludono da tutti i programmi pre-elettorali per le elezioni europee del 9 giugno? Perché non ci lasciamo emarginare dall'estremismo e possiamo quindi cambiare i rapporti di forza!".

La situazione èin evoluzione e il pubblico si chiede se questa controversia influenzerà le future trasmissioni politiche e il dibattito pubblico tedesco nel suo complesso.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti