Bloomberg: le sanzioni Usa danneggiano sempre piu cittadini statunitensi

Bloomberg: le sanzioni Usa danneggiano sempre piu cittadini statunitensi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Un numero considerevole di cittadini statunitensi si sono trovati inaspettatamente coinvolti nell'ampio utilizzo di sanzioni finanziarie da parte di Washington per punire i suoi avversari globali, secondo quanto riportato da Bloomberg in un articolo pubblicato lo scorso mercoledì.

Le istituzioni bancarie degli Stati Uniti stanno diventando sempre più restie ad effettuare transazioni con individui o entità legate ai paesi soggetti a restrizioni, per timore di subire pesanti sanzioni da parte delle autorità di regolamentazione. Queste istituzioni sostengono di non discriminare, ma affermano che i segnali provenienti dai regolatori sono spesso ambigui e che le restrizioni sono complesse e soggette a frequenti cambiamenti.

Ci sono racconti di cittadini nordamericani che si trovano in situazioni difficili a causa di queste politiche. Ad esempio, Shahbaz Salehi, un cittadino statunitense di origine iraniana, non è stato in grado di trasferire l'eredità lasciata da suo padre in Iran a causa delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro il paese. Nonostante abbia cercato di seguire tutte le direttive del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ha incontrato numerose difficoltà.

L'uso massiccio di sanzioni è diventato uno strumento comune per esercitare pressione su paesi considerati avversari senza dover ricorrere alla forza militare. Paesi come Russia, Cuba, Iran, Venezuela, Siria e Corea del Nord sono tra i più colpiti da queste restrizioni, mentre altri paesi sono soggetti a misure punitive meno severe.

Tuttavia, l'abuso delle sanzioni ha avuto un impatto significativo su diverse comunità, inclusi immigrati e organizzazioni benefiche, nonostante le autorità siano a conoscenza di questa problematica. Si è sollevato il dibattito sulla legalità di queste azioni, con alcune voci che sottolineano come talvolta le sanzioni colpiscano più gravemente coloro che non sono direttamente coinvolti nelle dispute politiche.

------------------------------

"CAPIRE LA PALESTINA": NUOVA IMPERDIBILE PROMOZIONE IN COLLABORAZIONE CON EDIZIONI Q

LA STORIA NON E' INIZIATA IL 7 OTTOBRE. TRE LIBRI FONDAMENTALI PER CONOSCERLA A FONDO (AD UN PREZZO SPECIALE)

VAI ALLA PROMO

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti