Ambasciatore Onu Iran: "Teheran e Kiev provvedono a risolvere i malintesi sui droni"

Ambasciatore Onu Iran: "Teheran e Kiev provvedono a risolvere i malintesi sui droni"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'inviato permanente della Repubblica islamica presso le Nazioni Unite, Amir Saied Iravani, oggi, ha annunciato che Teheran e Kiev hanno compiuto passi cruciali per risolvere “malintesi” riguardo l'uso dei droni iraniani nel conflitto tra Russia e Ucraina.

"Finora sono stati compiuti passi importanti [con] la collaborazione congiunta di esperti della difesa dell'Iran e dell'Ucraina, e ciò continuerà fino a quando non saranno dissipati eventuali malintesi al riguardo... Il malinteso che è sorto può [solo] essere risolto continuando la cooperazione con l’Ucraina”, ha ribadito l'ambasciatore delle Nazioni Unite.

"Iran e Russia si impegnano da molti anni nella difesa reciproca, nella cooperazione scientifica e nella ricerca sulla base di accordi bilaterali, risalenti a prima della guerra ucraina", ha aggiunto.

Iravani ha chiarito che “il periodo di cinque anni di restrizioni sulle armi iraniane stipulato nella risoluzione n. 2231 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è scaduto nell'ottobre 2020”, riferendosi a una risoluzione approvata nel 2015 nell'ambito del lancio del Piano d'azione congiunto globale (JCPOA). Ha continuato precisando che "l'Iran può stabilire una cooperazione di difesa con altri paesi in base alle sue esigenze e priorità".

In diverse occasioni, il ministero degli Esteri iraniano ha negato di aver fornito alla Russia droni destinati ad essere utilizzati contro l'Ucraina nel conflitto. Il 5 novembre, il ministro degli Esteri Hossein Amir Abdollahian ha ammesso le consegne, ma ha sottolineato che sono state effettuate prima dell'inizio della guerra.

Lo stesso giorno, il ministro degli Esteri iraniano ha rivelato che Washington e Berlino hanno svolto un ruolo determinante nel sabotare un incontro programmato tra funzionari iraniani e ucraini, previsto per consentire a Teheran di discutere in modo costruttivo della questione dei droni con Kiev.

Gli Stati Uniti hanno fatto pressioni sull'Ucraina affinché annullasse i colloqui a causa del suo desiderio di trarre vantaggio dalla questione dei droni iraniani e di utilizzarli come parte della sua politica contro la Repubblica islamica, aveva dichiarato Abdollahian.

Mentre l'Iran continua ad essere nell’occhio del ciclone per le sue relazioni militari con la Russia, Israele ha intensificato in modo significativo il suo sostegno all'Ucraina, con i veicoli dell'esercito israeliano che recentemente sono apparsi nel paese per la prima volta.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti