28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

 

Il prossimo 28 ottobre ricorrerà un secolo dalla “Marcia su Roma”, cioè la presa del potere politico da parte del fascismo. Verosimilmente i fascisti di varie organizzazioni proveranno ad inscenare delle celebrazioni, dovere degli antifascisti è impedirlo. Attivarsi in tal senso non è una ricorrenza vuota, ma una questione strategica legata alla riaffermazione dei valori dell’antifascismo.

L’anniversario cade in un momento molto delicato tanto per la situazione internazionale, quanto per la vita politica italiana, nel mezzo della più grave crisi economica degli ultimi decenni e -tra le altre cose- subito dopo una anomala campagna elettorale.

Qualora l’incarico di formare il nuovo Governo dovesse -per la prima volta nella storia repubblicana- essere affidato ad un esponente della destra post fascista, probabilmente non verrà ammessa nessuna manifestazione commemorativa, in quanto il Governo dovrà fare tutti gli sforzi possibili per dimostrare di aver davvero rinnegato il proprio passato. Qualora invece vincessero altre forze, oppure si creasse una situazione di stallo istituzionale, la probabilità che i fascisti provino a manifestare è molto alta. Per questo gli antifascisti si devono comunque attivare per non arrivare impreparati all’appuntamento.

Decisi a fermare -ancora una volta- i fascisti, attiviamoci per organizzare una grande e determinata mobilitazione, un presidio antifascista adeguato alla sfida che si prospetta.

 

Per questo invitiamo tutti gli antifascisti al confronto in una assemblea nazionale che si terrà il giorno 28 settembre alle 18:00 presso il Centro Sociale Corto Circuito di Roma.

La partecipazione in remoto è garantita per chi non potrà raggiungere Roma, si potranno ottenere le credenziali per il collegamento contattando la casella email sottostante.

 

Per info, adesioni e credenziali per il collegamento, scrivere a 28ottobre2022@gmail.com

 

 

 

Prime adesioni (in ordine alfabetico)

 

Organizzazioni:

Auro e Marco – Roma. Casa del Popolo – Teramo. Collettivo Claudio Puoti – Roma. Collettivo Orgoglio Proletario – Savona. Collettivo Stella Rossa Nord Est. Comitato Ucraina Antifascista. Comunisti Arezzo. Comunisti Milano. Corto Circuito – Roma. Cumpanis. Interstampa. Iskra – Carpi. La Comune – Ravenna. La Villetta – Roma. Militant. Mondo Multipolare. Osservervatorio democratico nuove destre. Piazza Lenin Rosso 17 – Reggio Emilia. Spazio Sociale Roberto Scialabba. ??????j?.

 

Singoli:

Alberto Fazolo. Alberto Sgalla. Alessandra Kersevan. Alessandro Testa. Annita Benassi. Candida Caramanica. Carlo Zampetti. Claudia Cernigoi. Cristiano Armati. Federico Giusti. Fosco Giannini. Gaetano Seminatore. Gerardina Collotti. Giorgio Raccichini. Giuseppe Libutti. Giuseppe Morese. Juri Carlucci. Katia Silvestrini. Laura Baldelli. Lenny Bottai. Liliana Calabrese. Lucia Mango. Luciano Iacovino. Manuel Santoro. Marco Tubino. Massimo Cazzanelli. Massimo Recchioni. Milena Panizzolo. Nicola Desiderio. Nunzia Augeri. Piero Manunta. Raffaele Gorpia. Rolando Giai-Levra. Salvatore Fedele. Saverio Ferrari. Stefano Verzegnassi. Vladimiro Merlin.

 

Artisti:

Alessio Spataro. Enrico Capuano. Federica Vasselli. Ivana Novello. Jorit. Juri Teoli (Klip). Kento. Leonardo Crudi. Luca Stocchi. Mario Severini. P38 Punk. Roberto Vallepiano. Vauro.

Alberto Fazolo

Alberto Fazolo

Alberto Fazolo. Laureato in Economia, esperto di Terzo Settore e sviluppo locale. Giornalista. Inizia l'attività giornalistica testimoniando la crisi del Kosovo e la dissoluzione della Jugoslavia. Ha trascorso due anni in Donbass, profondo conoscitore delle vicende ucraine. Attivo nei movimenti di solidarietà internazionalista, soprattutto in contrasto con le operazioni di "Regime change".

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza di Leonardo Sinigaglia Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Nella Guantanamo inglese. Le ore decisive di Assange di Geraldina Colotti Nella Guantanamo inglese. Le ore decisive di Assange

Nella Guantanamo inglese. Le ore decisive di Assange

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Genocidio, il tabù della parola di Giuseppe Giannini Genocidio, il tabù della parola

Genocidio, il tabù della parola

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti