Xi al G20: "Per la ripresa economica globale, mettere lo sviluppo al primo posto, mettere le persone al centro"

Xi al G20: "Per la ripresa economica globale, mettere lo sviluppo al primo posto, mettere le persone al centro"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Al vertice dei leader del G20 a Bali, in Indonesia, il presidente cinese Xi Jinping ha fatto appello all'unità e allo sviluppo globale inclusivo, poiché il mondo deve affrontare sfide importanti, avvertendo che tracciare linee ideologiche e promuovere la politica dei gruppi e il confronto tra blocchi non farà altro che dividere il mondo e danneggiare lo sviluppo globale.

"Dobbiamo promuovere uno sviluppo globale più inclusivo. L'unità è forza e la divisione non porta da nessuna parte", ha affermato Xi durante il suo discorso al vertice. 

"L'uso dell'ideologia per tracciare linee di demarcazione e impegnarsi in una politica di blocchi e confronti accesi non farà altro che dividere il mondo e ostacolare lo sviluppo globale e il progresso umano", ha dichiarato, invitando i leader mondiali a "lavorare insieme per aprire un nuovo capitolo di cooperazione reciprocamente vantaggiosa".

Xi ha sottolineato l'importanza del rispetto reciproco tra i Paesi, la necessità di "cercare un terreno comune pur riservando le differenze, coesistere pacificamente e promuovere la costruzione di un'economia mondiale aperta". "Il vero sviluppo è lo sviluppo comune di tutti i Paesi. La prosperità e la stabilità globale non possono essere costruite sulla base di poveri sempre più poveri e ricchi sempre più ricchi”.

Durante il suo discorso, Xi ha affermato che la sicurezza alimentare ed energetica è la sfida più urgente per lo sviluppo globale e che la causa principale della crisi attuale non è la produzione o la domanda, ma le catene di approvvigionamento interrotte e la cooperazione internazionale. La soluzione sta nel coordinamento tra i Paesi nell'ambito delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali multilaterali.

"Dobbiamo opporci fermamente al tentativo di politicizzare le questioni alimentari ed energetiche o di usarle come strumenti e armi, rimuovere le sanzioni unilaterali e cancellare le restrizioni alla cooperazione scientifica e tecnologica", ha detto Xi ai leader mondiali, sottolineando che la Cina ha dato un contributo importante alla sicurezza alimentare ed energetica globale.

Inoltre Xi ha esortato i leader mondiali a promuovere uno sviluppo globale più resiliente, ad approfondire la cooperazione internazionale nella lotta contro la pandemia di coronavirus e a creare condizioni ottimali per la ripresa economica.

"Dobbiamo costruire un partenariato per la ripresa economica globale, mettere lo sviluppo al primo posto, mettere le persone al centro, tenere sempre in considerazione le difficoltà dei Paesi in via di sviluppo e accogliere le loro preoccupazioni". La Cina è favorevole all'ingresso dell'Unione Africana nel G20", ha dichiarato.

Xi ha anche sottolineato ai suoi colleghi internazionali l'importanza di "eliminare i conflitti attraverso i negoziati e risolvere le controversie attraverso le consultazioni", che va di pari passo con il sostegno a "tutti gli sforzi per risolvere la crisi in modo pacifico".

Con il tema "Riprendersi insieme, riprendersi più forte", il vertice del G20 a Bali mira alla cooperazione globale per la ripresa economica mondiale dalla pandemia COVID-19 e da altre pressioni al ribasso, data l'influenza globale del G20. 

Il G20 è l'acronimo del gruppo delle 20 maggiori economie del mondo, che insieme rappresentano oltre l'80% del prodotto interno lordo mondiale, il 75% del commercio internazionale e il 60% della popolazione. 

Il gruppo è stato fondato inizialmente nel 1999 dopo la crisi finanziaria asiatica ed è emerso come il principale forum per coordinare una risposta internazionale alla crisi finanziaria globale del 2008; tuttavia, negli ultimi anni, con l'aumento degli attriti geopolitici, anche la divisione all'interno del G20 è diventata sempre più prominente, poiché alcuni Paesi occidentali, tra cui gli Stati Uniti, cercano di concentrarsi sulle tensioni geopolitiche al vertice.

 
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo di Michelangelo Severgnini 8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente