Volo civile Tel Aviv-Mosca Aeroflot costretto a cambiare rotta da aereo spia della NATO

Volo civile Tel Aviv-Mosca Aeroflot costretto a cambiare rotta da aereo spia della NATO

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Un aereo di linea russo della compagnia di bandiera Aeroflot in volo da Tel Aviv a Mosca è stato costretto a cambiare altitudine sul Mar Nero perché un aereo da ricognizione NATO CL-600 ha attraversato la sua rotta di volo designata, secondo quanto denunciato dall’autorità dell'aviazione statale russa Rosaviatsiya. 

"La mattina del 3 dicembre alle 09:53, sulle acque aperte del Mar Nero vicino all'area di responsabilità dei servizi di traffico aereo russi, l'aereo da ricognizione NATO CL600 ha volato con un'intensa discesa da un'altitudine di 11.000 a un'altitudine di 9.200 metri, attraversando la rotta del servizio di traffico aereo stabilita per gli aerei civili”, ha affermato un rappresentante dell’autorità di Mosca. 

Viene inoltre sottolineato che l’equipaggio dell’aereo militare non ha risposto alle richieste russe. 

"Le direzioni e i livelli di volo degli aerei civili civile sono stati prontamente modificati. Con le misure adottate, i controllori del traffico aereo russi hanno assicurato il funzionamento sicuro dei voli nell'area di cui sopra sulle acque aperte del Mar Nero", ha aggiunto l'Agenzia federale del trasporto aereo.

Rosaviatsiya sottolinea che la maggiore intensità dei voli della NATO nei pressi dei confini russi aumenta i rischi per gli aerei di linea civili. Il dipartimento avvierà una protesta attraverso i canali diplomatici in relazione alla situazione pericolosa che si è venuta a creare.

A confermare l'accaduto anche il servizio stampa di Aeroflot, precisando che a bordo del volo di linea c'erano 142 passeggeri.

"Il 3 dicembre, l'equipaggio dell'aereo Aeroflot A330-300, che stava volando SU501 da Tel Aviv a Mosca, ha ricevuto l'ordine di cambiare il livello di volo in 330 Fl e poi in 310 Fl. L'istruzione è arrivata dall'ATC controller perché la traiettoria era attraversata da un altro aereo", ha affermato la compagnia aerea.

Hanno reso noto che l'equipaggio, durante l'esecuzione del comando del dispatcher, poteva osservare visivamente un altro aereo.

Gli aerei militari statunitensi effettuano regolarmente provocatorie sortite sul Mar Nero.

Il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha sottolineato l’intensa attività dei paesi della Nato nei pressi dei confini russi. Ha sottolineato che in queste condizioni Mosca è costretta a mantenere la prontezza al combattimento delle sue forze nucleari e ad aumentare il potenziale delle sue forze deterrenti non nucleari.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Vertice Blinken-Lavrov: gli Usa "gonfiano i muscoli" ma... di Marinella Mondaini Vertice Blinken-Lavrov: gli Usa "gonfiano i muscoli" ma...

Vertice Blinken-Lavrov: gli Usa "gonfiano i muscoli" ma...

CHI LOTTA PER IL LAVORO, LOTTA PER IL PAESE INTERO di Savino Balzano CHI LOTTA PER IL LAVORO, LOTTA PER IL PAESE INTERO

CHI LOTTA PER IL LAVORO, LOTTA PER IL PAESE INTERO

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia