USA: «Esercitazione Russia-Bielorussia pericolosa dimostrazione di forza», ma intanto armano l'Ucraina

USA: «Esercitazione Russia-Bielorussia pericolosa dimostrazione di forza», ma intanto armano l'Ucraina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Gli Stati Uniti vedono l'esercitazione russo-bielorussa come una «pericolosa dimostrazione di forza» che solleva preoccupazioni su ciò che Mosca potrebbe fare in futuro. Lo ha affermato un alto rappresentante del Dipartimento di Stato USA in un briefing con la stampa. 

L’esponente del Dipartimento di Stato ha affermato che gli Stati Uniti vedono il movimento delle truppe russe in Bielorussia non come un esercitazione o una ridistribuzione delle truppe, ma come una «dimostrazione di forza». A suo avviso, ciò viene fatto per «creare una scusa per la possibilità di una situazione di crisi nel caso in cui la Russia decidesse di invadere l’Ucraina».

Quindi ha affermato che gli Stati Uniti e i suoi alleati «sono molto preoccupati per quanto la Russia sta facendo». 

Il Dipartimento di Stato non esclude quindi che possano verificarsi provocazioni realizzate da Mosca, scrive RIA Novosti. 

Intanto però Stati Uniti e alleati continuano ad armare l’Ucraina in funzione anti-russa. La Gran Bretagna ha inviato tre aerei C-17 con armi in Ucraina. Kiev ha ricevuto i sistemi anticarro NLAW - missili guidati anticarro portatili - da Londra.

Secondo la rivista ucraina "Focus", gli aerei sono partiti il ??giorno dopo che il capo del ministero della Difesa britannico Ben Wallace aveva annunciato la spedizione. Londra ha affermato che l’Ucraina ha bisogno di armi per difendersi dalla Russia e che Mosca non deve preoccuparsi di queste questioni. 

Eduard Basurin, vice capo del Dipartimento della milizia popolare della Repubblica Popolare del Donbass, ha dichiarato in onda sul canale televisivo Rossiya-1, che Londra ha fornito a Kiev lanciagranate contro veicoli corazzati leggeri con una portata fino a 800 metri. Secondo la sua opinione, questo è un tipo di arma «relativamente innocuo».

Recentemente il portavoce del Cremlino Peskov aveva attirato l’attenzione sull’invio di armi all’Ucraina da parte di Londra e Washington, definendo questa pratica come «estremamente pericolosa».  

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci di Francesco Erspamer  Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano" di Francesco Santoianni Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi? di Savino Balzano Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

L'attacco al salario e il golpe del 1992 di Pasquale Cicalese L'attacco al salario e il golpe del 1992

L'attacco al salario e il golpe del 1992

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO di Gilberto Trombetta DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO