Un nuovo battaglione di S-400 russi arriva in Bielorussia. Minsk ha la sua «cupola di sicurezza»

Un nuovo battaglione di S-400 russi arriva in Bielorussia. Minsk ha la sua «cupola di sicurezza»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

Un battaglione russo di sistemi missilistici antiaerei S-400 è arrivato al campo di addestramento nella regione di Brest, nel sud-ovest della Bielorussia, per un'ispezione della Forza di risposta dello Stato dell'Unione, ha riferito il ministero della Difesa russo.

"Un battaglione di sistemi missilistici terra-aria S-400 'Triumf' della Forza Aerea del Distretto Militare Orientale e dell'Esercito della Difesa Aerea coinvolti in un'ispezione della Forza di Risposta dello Stato dell'Unione è arrivato al campo di addestramento nella regione di Brest nella Repubblica di Bielorussia", ha reso noto il ministero in un comunicato.

Le truppe della difesa aerea russa sono arrivate in Bielorussia dalla regione di Khabarovsk. Durante le esercitazioni, le squadre russe dei sistemi di difesa aerea S-400 equipaggeranno e camufferanno i siti di lancio e i posti di comando, dopo di che assumeranno la postura di combattimento come parte del sistema integrato di difesa aerea regionale Russia-Bielorussia, ha specificato il ministero.

L'ispezione della Forza di risposta dello Stato dell'Unione Russia-Bielorussia si svolgerà in due fasi. Nella prima fase, prima del 9 febbraio, l'esercito bielorusso e quello russo si eserciteranno a schierare truppe e a creare task force sul territorio della Bielorussia in un breve periodo di tempo. Durante questa fase, le truppe si eserciteranno a proteggere e difendere le strutture vitali statali e militari e a proteggere il confine di Stato nello spazio aereo, e a controllare la preparazione e la capacità delle forze di allerta della difesa aerea a reazione rapida per realizzare i compiti di protezione delle strutture vitali.

Nella seconda fase dell'ispezione, che si svolgerà dal 10 al 20 febbraio, si terranno le esercitazioni congiunte ‘Union Resolve 2022’, in cui le truppe si eserciteranno a combattere e respingere le aggressioni esterne, a contrastare il terrorismo e a proteggere gli interessi dello Stato dell'Unione.

Come ha riferito il ministero della Difesa russo, durante le esercitazioni congiunte, le truppe si eserciteranno a rafforzare il confine di Stato nelle potenziali aree di penetrazione illegale di bande armate nel territorio della Bielorussia e a chiudere i canali di fornitura di armi, munizioni e altri mezzi che possono essere utilizzati per destabilizzare la situazione nel paese, eliminando bande armate fuorilegge e gruppi nemici sovversivi e di ricognizione.

Le truppe si eserciteranno nelle operazioni congiunte nei campi di addestramento Domanovsky, Gozhsky, Obuz-Lesnovsky, Brestsky e Osipovichsky. Anche i campi d'aviazione Baranovichi, Luninets, Lida e Machulishchi saranno coinvolti nelle esercitazioni.

I moderni sistemi di difesa antiaerea S-400 prodotti dalla Russia sono ammirati per la loro efficienza e tecnologia avanzata in tutto il mondo. Basti pensare che un paese membro della NATO come la Turchia, ha sfidato la contrarietà di Washington ed è stato escluso dal programma F-35, ma non ha rinunciato ai sistemi antiaerei di Mosca. 

A tal proposito, l'esperto militare Alexandr Jrolenko, lo scorso dicembre ha spiegato all’agenzia Sputnik che gli S-400 diventeranno "una cupola di sicurezza affidabile" per la Bielorussia. 

Gli S-400 hanno la capacità di raggiungere bersagli fino a 400 km. Inoltre sono in grado di intercettare bersagli ipersonici e colpire fino a 80 bersagli aerei contemporaneamente. 

Il 1° dicembre, il presidente bielorusso ha annunciato che il Paese ha bisogno dei sistemi di difesa aerea russi S-400 o S-500 per avere una protezione efficace contro possibili attacchi missilistici.

Attualmente, in attesa dell’entrata definitiva in servizio degli S-500, S-300 e S-400 sono i sistemi SAM (Surface to Air Missile) più letali e sono progettati per funzionare in integrazione, ed entrambi servono insieme per aumentare l'efficacia come parte di un sistema di difesa aerea integrato (IADS) molto più ampio.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti