Siria, 75° Indipendenza. Partito comunista siriano: Non ci piegheremo mai

Siria, 75° Indipendenza. Partito comunista siriano: Non ci piegheremo mai

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Domani, ricorre il 75° anniversario dell'Indipendenza dalla Siria.

 

Dichiarazione del Partito comunista siriano:

Oggi, la celebrazione del settantacinquesimo anniversario del Glorioso Giorno della liberazione della nazione arriva in occasione di dieci anni durissimi di guerra, aggressione, terrorismo, assedio, impoverimento e fame costante, durante i quali il nostro popolo e il nostro eroico esercito hanno dimostrato di essere una cosa sola che non può scomparire...

Siamo pienamente fiduciosi che ci sia una nuova liberazione in arrivo, inevitabilmente, che spazzerà le nuvole nere delle odiose forze di occupazione americane, turche o sioniste, e che getterà nella pattumiera della storia i loro agenti, i loro aiutanti e i loro bande oscure che stanno cercando di riportare la Siria incontaminata all'oscurantismo del Medioevo, perché questa terra ricoperta dal sangue dei martiri e dei feriti rifiuta. Una nuova liberazione che non può non essere uno stato laico e democratico, il cui popolo vivrà libero spazzando via tutti i mali dell'umiliazione e del disonore.

Tutti i nostri sforzi devono essere diretti verso l'unità dei ranghi nazionali per liberare ogni granello di suolo dalla nostra patria, ribadendo che la lotta in ambito economico-sociale per il bene della difesa e dello sviluppo, della produzione nazionale e dell'innalzamento degli standard di vita per le masse popolari è organico con la lotta nazionale generale per realizzare questi punti:

  • Difesa dell'indipendenza nazionale.
  • Difesa la piena sovranità nazionale.
  • Implacabile lotta in corso per il bene dell'integrità territoriale nazionale.

Lo slogan dei comunisti siriani, e con loro di tutti i patrioti, rimarrà, coniato dal leader del nostro storico partito, il compagno Khaled Bakdash: La Siria non si inginocchierà.

 

Damasco 15 aprile 2021

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine di Marinella Mondaini 9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia di Thomas Fazi Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore” di Giuseppe Masala In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi di Pasquale Cicalese Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti